Poliziotti aggrediti a Catanzaro, il Coisp alza la voce: “Urgono condanne esemplari”

Il sindacato di Polizia auspica anche risarcimenti economici per i danni causati agli agenti e ai mezzi dello Stato
urinare

 Il Sindacato Indipendente di Polizia Coisp Catanzaro, attraverso le parole del segretario generale Raffaele Maurotti, condanna duramente la violenza e le continue aggressioni che i poliziotti subiscono quotidianamente nello svolgimento dei propri compiti istituzionali: “Chiediamo con fermezza condanne esemplari per i responsabili e il risarcimento dei danni causati agli agenti e ai mezzi dello Stato”.

Nella notte odierna, alle ore 3:30 circa, durante i servizi di controllo del territorio, il personale della volante notava un autocarro a sostenuta velocità e procedeva quindi al tentativo di controllo del mezzo, ma nonostante i segnali visivi e sonori, il veicolo si dava precipitosamente alla fuga. Durante la fuga, il mezzo compiva repentine manovre per evitare il controllo, risultando successivamente rubato nella zona di Santo Janni. Le pericolose manovre messe in atto colpivano la fiancata della volante, nel tentativo di sottrarsi al controllo di polizia, la corsa del veicolo si arrestava su uno sterrato, dove finalmente l’autocarro terminava la sua corsa. Da qui, nasceva un inseguimento a piedi. “Nel momento dell’arresto, il soggetto – sostiene Maurotti – aggrediva i colleghi, scaturendo una colluttazione nel tentativo estremo di sottrarsi all’arresto. Questo causava il ferimento di due colleghi, uno dei quali riportava una frattura alla mano e l’altro diversi giorni di prognosi. Esprimiamo la nostra solidarietà e il nostro sostegno ai colleghi coinvolti nell’incidente e a tutti coloro che quotidianamente mettono a rischio la propria vita per garantire la sicurezza dei cittadini. Come Coisp continueremo a lottare affinché le condizioni di lavoro degli agenti di polizia siano migliorate e vengano adottate misure adeguate per prevenire e punire le aggressioni contro di loro”.

Nella notte odierna, alle ore 3:30 circa, durante i servizi di controllo del territorio, il personale della volante notava un autocarro a sostenuta velocità e procedeva quindi al tentativo di controllo del mezzo, ma nonostante i segnali visivi e sonori, il veicolo si dava precipitosamente alla fuga. Durante la fuga, il mezzo compiva repentine manovre per evitare il controllo, risultando successivamente rubato nella zona di Santo Janni. Le pericolose manovre messe in atto colpivano la fiancata della volante, nel tentativo di sottrarsi al controllo di polizia, la corsa del veicolo si arrestava su uno sterrato, dove finalmente l’autocarro terminava la sua corsa. Da qui, nasceva un inseguimento a piedi. “Nel momento dell’arresto, il soggetto – sostiene Maurotti – aggrediva i colleghi, scaturendo una colluttazione nel tentativo estremo di sottrarsi all’arresto. Questo causava il ferimento di due colleghi, uno dei quali riportava una frattura alla mano e l’altro diversi giorni di prognosi. Esprimiamo la nostra solidarietà e il nostro sostegno ai colleghi coinvolti nell’incidente e a tutti coloro che quotidianamente mettono a rischio la propria vita per garantire la sicurezza dei cittadini. Come Coisp continueremo a lottare affinché le condizioni di lavoro degli agenti di polizia siano migliorate e vengano adottate misure adeguate per prevenire e punire le aggressioni contro di loro”.

LEGGI ANCHE | Follia a Catanzaro, pregiudicato non si ferma all’alt e si scontra con una volante: feriti due poliziotti

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved