Calabria7

Porti: Mega confermato presidente autorità portuale Stretto

stretto covid-19

È stata confermata in Consiglio dei ministri la nomina, fatta dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di Mario Paolo Mega a presidente della Autorità di Sistema Portuale dello Stretto.

Il Cdm, spiega il Mit, ha infatti respinto l’impugnazione presentata dalla Regione Sicilia e dunque ratificato la nomina di Mega, che sarà quindi trasmessa alle Commissioni parlamentari. La scelta di Mega da parte del Mit era arrivata a maggio, al termine della procedura di raccolta di manifestazioni di interesse avviata a marzo, ed è maturata dopo una lunga e attenta valutazione dei numerosi curricula giunti al Mit.

Mega, ricorda il Ministero, “ha una comprovata esperienza non solo nel settore dell’economia dei trasporti e portuale, ma nello specifico all’interno di un’autorità portuale. È infatti un ingegnere dalla indiscutibile professionalità, attualmente dirigente tecnico del servizio infrastrutture, innovazione tecnologica e pianificazione strategica dell’autorità portuale di Bari, istituzione per cui lavora dal 2003. La sua ampia esperienza nell’ambito specifico di una Autorità portuale sarà indispensabile all’avvio dell’attività di un’Autorità di nuova istituzione. Negli anni è stato, tra le altre cose, anche componente del Comitato tecnico di Assoporti per le materie dell’innovazione tecnologica e la creazione di sistemi Its”.

Con Mega, sottolinea ancora il Mit, “la 16esima Autorità di distretto portuale potrà operare per garantire il giusto rilancio ai porti di Messina, Milazzo, Tremestieri, Villa San Giovanni e Reggio Calabria, che le fanno capo, e lo sviluppo dell’economia dell’area strategica dello Stretto”.

I portavoce nazionali del Movimento 5 Stelle Federica Dieni, Francesco D’Uva, Barbara Floridia, Alessio Villarosa, Grazia D’Angelo e Antonella Papiro, manifestano grande soddisfazione in merito al via libera all’insediamento dell’ingegner Mega quale presidente della nuova Autorità di Sistema dello Stretto, deciso dal Consiglio dei ministri. «Si tratta – commenta la deputata Federica Dieni – di una grande opportunità per lo sviluppo dell’intera area dello Stretto. La nuova Autorità di Sistema creerà una sinergia inedita tra la Calabria e la Sicilia e renderà operativo un sistema integrato di trasporti, conditio sine qua non per la crescita dell’economia e del turismo sostenibile. La nomina del nuovo presidente è il primo passo di un cammino che porterà alla crescita di un’area fondamentale per tutto il Sud Italia». «Avevamo promesso l’istituzione di un’Autorità portuale che preservasse e valorizzasse le peculiarità dello Stretto, e così è stato. Con la nomina del nuovo Presidente siamo certi che, da ora in poi, si porteranno avanti politiche volte a incentivare il nostro territorio.

Finalmente diventerà operativo un sistema per cui ci siamo battuti per anni, un sistema che mette al centro le caratteristiche della nostra area e che dà valore, tra gli altri, a concetti come economia, sviluppo e continuità territoriale», specifica D’Uva. «Quanto accaduto in Consiglio dei ministri – afferma la senatrice Floridia – è la dimostrazione di quanto sia diversa la rotta tracciata dal M5S rispetto a quella seguita dalla vecchia politica. Con l’istituzione dell’Adsp dello Stretto abbiamo dato vita a un progetto di rilancio di un’intera area, pienamente supportato dal governo nazionale, e non potevamo cedere di un millimetro rispetto alle opposizioni strumentali di chi preferiva gli amici degli amici ad un professionista di altissimo livello quale l’ingegner Mega alla guida di un’ente strategico per il territorio. Queste decisioni così come la costante attenzione per la Valle del Mela e la recente istituzione del tavolo tecnico teso a riqualificare la Zona Falcata di Messina, rappresentano il sempre crescente interesse che il governo nazionale, su input dei portavoce del M5S, nutre per questa terra, e non permetteremo che venga svilito dalle logiche predatorie di chi fa politica sulle spalle dei cittadini».

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Poste Italiane: in Calabria un pacco su due consegnato on line

manfredi

Treno deragliato, sindacati: “Inaccettabile. Domani stop di 2 ore”

Mirko

Tirocinanti Miur: “Attendiamo comunicazioni dalla regione per ripresa delle attività”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content