Porti, la Regione annuncia ricorso contro Authority Stretto

La Giunta regionale della Calabria ha deciso di impugnare, davanti alla Corte costituzionale, la legge 136/2018, nella parte in cui prevede l’istituzione dell’Autorità di sistema portuale dello Stretto, ricomprendente i porti di Messina, Milazzo, Tremestieri, Villa San Giovanni e Reggio Calabria.

La motivazione del ricorso è riferito al “Mancato coinvolgimento della Regione”: “L’istituzione della nuova autorita’ dello Stretto e stata disposta -come contenuto nel provvedimento – senza aver previsto alcun coinvolgimento delle Regioni interessate, e in particolare della Regione Calabria, essendo mancato l’esame in sede di Conferenza Stato-Regioni, a differenza di quanto precedentemente accaduto in relazione ad altri interventi normativi di riforma del sistema portuale, tutti preceduti da ampia e approfondita discussione in sede di Conferenza Stato-Regioni, passaggio ritenuto necessario dalla stessa Corte costituzionale (sentenza 261 dell’11 dicembre 2015)”.

La motivazione del ricorso è riferito al “Mancato coinvolgimento della Regione”: “L’istituzione della nuova autorita’ dello Stretto e stata disposta -come contenuto nel provvedimento – senza aver previsto alcun coinvolgimento delle Regioni interessate, e in particolare della Regione Calabria, essendo mancato l’esame in sede di Conferenza Stato-Regioni, a differenza di quanto precedentemente accaduto in relazione ad altri interventi normativi di riforma del sistema portuale, tutti preceduti da ampia e approfondita discussione in sede di Conferenza Stato-Regioni, passaggio ritenuto necessario dalla stessa Corte costituzionale (sentenza 261 dell’11 dicembre 2015)”.

La stessa Giunta menziona anche la data marzo 2018, nella quale è stato “avviato l’iter per l’istituzione della Zona Economica Speciale (Zes) di Gioia Tauro, successivamente istituita con decreto del presidente del Consiglio dei ministri 11 maggio 2018” e che “l’amministrazione della Zes e affidata a un Comitato di indirizzo”.

Secondo la Giunta,  con l’istituzione dell’Autorita’ di sistema portuale dello Stretto, si potrà verificare una sovrapposizione irragionevole di funzioni in capo all’Autorità stessa e al Comitato di indirizzo della Zes.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Revocata anche la misura di sicurezza dopo la revoca della misura di prevenzione: "Non c'è più pericolosità sociale"
“L’apertura - precisa il Comune - è avvenuta rispettando norme e procedure. Per il prosieguo si attendono gli esiti dell’iter autorizzativo”
"Negli ultimi cinque anni - spiega Coldiretti - l’aumento in Calabria dell’impatto economico di Dop e Igp è stato di oltre il 20%"
L’Amministrazione comunale si è riappropriata di Palazzo Santa Chiara, l'immobile in cui é ospitato l'ente culturale
Assoviaggi Confesercenti: A rischio in tutto il paese 52mila prenotazioni di viaggi tra marzo e giugno. Cancellati 167mila viaggi tra 2022-23
I lavori all’altezza di Roseto Capo Spulico contribuiranno a collegare i litorali ionici di Calabria, Basilicata e Puglia
Sull'operazione "Freedom": "Abbiamo sequestrato centinaia di telefonini. Con la nuova riforma sarebbe stato impossibile"
E anche: "La ‘ndrangheta rimane saldamente al centro del narcotraffico internazionale, con radicate presenze in Paesi europei ed extraeuropei"
batticuore
Per il gip che ha disposto le interdittive e il sequestro preventivo degli studi privati: "Risorse pubbliche dirottate per scopi personali"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved