Calabria7

Porto Gioia Tauro: “Governo sia concreto”

Giuliano Galluccio, della Uiltrasporti nazionale e Giuseppe Rizzo, della Uiltrasporti Calabria, hanno trattato il tema dell’incontro Mit sulla crisi del porto di Gioia Tauro.

“Verificheremo quanto avanzato dal ministro dei Trasporti Danilo Toninelli -hanno detto- e quanto verrà realmente messo in campo e fatto concretamente”.

“Dobbiamo vagliare – continuano i sindacalisti – se le cose dette oggi corrisponderanno al vero, visto che negli anni passati abbiamo più volte ricevuto rassicurazioni e raccolto intenzioni mai realizzate”.

“Il ministro Toninelli – affermano – ci ha chiesto due mesi di pace sociale, a fronte di un impegno di investimento da parte di Msc, che dovrebbe portare ad una movimentazione in due anni di 4,5 milioni di Teu/contenitori ed anche una ipotesi di eventuale revoca della concessione, se Contship, anche oggi assente, non fara’ la sua parte”.

“La Uiltrasporti apprezza che da parte del Governo il porto di Gioia Tauro sia collocato tra le questioni di carattere nazionale, cosi’ come l’intervento di difesa e tutela di questa infrastruttura strategica per la Calabria e per l’Italia, ma la situazione resta fluida e la nostra allerta e’ massima per la garanzia occupazionale di tutti i lavoratori e per il futuro del porto. Non permetteremo che il porto di Gioia Tauro vada in rovina”. 

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, dalla tendopoli di Rosarno un positivo irreperibile

Damiana Riverso

Lavoratori Corap, Callipo: “Intervenga presidente Regione”

Mirko

Confindustria: “Un giovane meridionale su due non lavora”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content