Calabria7

Postepay, lo strumento più sicuro per evitare le truffe online

Per lo shopping e per il gioco online la carta prepagata è ancora lo strumento più sicuro per evitare operazioni di phishing .Effettuare transazioni su Internet, fare shopping e giocare online sono tutte attività che possono esporre a dei rischi. Con l’aumento del tempo medio passato a navigare e delle azioni che quotidianamente svolgiamo in rete, lavoro compreso, si incrementano anche le truffe e i raggiri. Le azioni di phishing diventano sempre più articolate e gli hacker sono in grado di trarre in inganno anche gli utenti più navigati. Generalmente le frodi informatiche tendono a colpire le carte prepagate meno rispetto ad altri metodi di pagamento. Per questo motivo molti utenti utilizzano questi strumenti per le transazioni virtuali. Fare acquisti o giocare online con la Postepay è un comportamento molto diffuso perché ritenuto meno rischioso rispetto all’utilizzo di carte di credito tradizionali. La prepagata Postepay è molto versatile, uno degli strumenti preferiti sui siti di casinò e scommesse, si può infatti adoperare anche in questi casi riducendo al minimo i pericoli.

Siti e casinò Postepay, perché sono sicuri

Trovare casinò online Postepay è facilissimo, infatti questo strumento di pagamento è accettato praticamente su tutti i siti di gioco legali in Italia. Utilizzare Postepay su Sisal per le scommesse, oppure fare sul portale Lottomatica un prelievo con Postepay, sono operazioni rapide e prive di commissioni, che riducono al minimo i rischi. Tra i vantaggi di questa carta infatti vi è il fatto che può essere ottenuta senza doverla collegare a un conto bancario o postale. Di conseguenza anche se si è vittima di frodi o clonazioni i danni sono ridotti al minimo. Chi possiede una carta Postepay infatti potrà scegliere di ricaricare il proprio conto semplicemente della somma che serve per effettuare i propri acquisti sui siti di e-commerce o un versamento sul conto di gioco del casinò. Postepay, grazie al circuito Visa Electron su cui si appoggia, è praticamente accettata ovunque, può essere ricaricata sia online sia in contanti negli uffici postali sul territorio, o negli esercizi abilitati.

Come evitare le frodi informatiche e il phishing

Utilizzare uno strumento come Postepay nei casinò online è un modo per limitare al minimo i danni, qualora si dovesse cadere vittima del phishing. Ma seguendo le indicazioni di Poste Italiane e dei gestori delle altre carte di credito, debito e prepagate, è possibile evitare di cadere nelle trappole finemente pianificate dai cyber criminali. La maggior parte delle azioni di phishing viene perpetrata attraverso messaggistica istantanea oppure e-mail. Ma è fondamentale sapere che in nessun caso i gestori delle carte di pagamento inviano e-mail, SMS o messaggi di altro tipo richiedendo dati riservati come nome utente, password e altri codici di sicurezza. Dunque se si riceve un messaggio del genere, anche se sembra inviato da un mittente affidabile e conosciuto, è sempre preferibile non comunicare dati. È bene evitare anche di scaricare gli allegati delle e-mail sospette. Sempre meglio verificare che sia effettivamente un messaggio inviato dall’ente o azienda in questione; allo stesso modo mai cliccare direttamente su un link proposto all’interno di un messaggio. Anche se apparentemente questo conduce all’area di login del sito, meglio non fidarsi. La soluzione migliore è quella di digitare direttamente l’indirizzo del sito della nostra banca o del nostro gestore nel browser di Internet e accedere autonomamente all’area login.

Notifiche Push come verificare l’inattendibilità

Negli ultimi anni anche grandi aziende, istituti bancari e siti istituzionali sono diventati vittime di grandi operazioni di phishing. Ultimo in ordine di tempo il Dipartimento per le Politiche Europee, oggetto di email ingannevoli contenenti allegati pericolosi. In caso di email sospette, è sempre bene segnalarle a chi di dovere; ad esempio Poste Italiane ha messo a disposizione l’indirizzo antiphishing@posteitaliane.it. Basta fare una ricerca online per trovare numerosi esempi di mail utilizzate per il phishing rivolte proprio ai possessori di carte Postepay. Oltre a seguire i consigli descritti nel paragrafo precedente, per essere sicuri che nessuno utilizzi la nostra carta prepagata PostePay online è fondamentale abilitare le notifiche Push, anche scaricando l’app dedicata, oppure in alternativa, abilitare un servizio di notifica via SMS. In questo modo saremo informati in tempo reale di tutte le transazioni e potremo subito bloccare la carta, in caso si verifichino movimenti sospetti.

 

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

L’assicurazione auto cala di poco, il Codacons: “Una beffa per i contribuenti”

Damiana Riverso

Aeroporto Lamezia, Usb annuncia sciopero dipendenti Sacal

Mirko

Indennità 600 euro, Inps: da oggi iniziano pagamenti di aprile

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content