Precipitato per 300 metri: scialpinista italiano morto in Francia mentre scendeva su una cresta innevata

La vittima era vignettista di un quotidiano e aveva 52 anni. Sarebbe passato su una dorsale di neve della Tête de Fer, oltre i 2.000 metri, che è ceduta

Era un grande appassionato di montagna Paolo Roasio, l’uomo di 52 anni, di Verzuolo (Cuneo), vittima ieri pomeriggio di un incidente sulle montagne francesi, appena al di là del confine italiano. Roasio stava scendendo lungo i pendii oltre i 2.000 metri della Tête de Fer, nella zona di Larche, pochi chilometri oltre il Colle della Maddalena italiano. Una meta nota e molto frequentata dagli appassionati di escursionismo e scialpinismo della zona. Roasio sarebbe passato su una cresta di neve, che ha ceduto di schianto. L’uomo è precipitato per oltre 300 metri. Immediati i soccorsi dei compagni di escursione e l’allarme alle unità di soccorso francesi. A nulla però sono valsi i tentativi di salvargli la vita. La caduta è stata fatale.

Vignettista del Corriere di Savigliano

Vignettista del Corriere di Savigliano

Roasio lavorava all’Alstom di Savigliano, azienda che produce treni e motrici ferroviarie. Aveva due grandi passioni: la montagna, che frequentava in ogni stagione, sia a piedi che con gli sci che in mountain bike, e il disegno. “Siamo addolorati e increduli – commenta il direttore del Corriere di Savigliano, Andrea Giaccardi, per cui da oltre vent’anni Roasio faceva il vignettista -, i colleghi della redazione sono vicini alla famiglia in questo momento di profondo dolore. Paolo era una persona speciale, che con pochi tratti di matita sapeva cogliere l’ironia e il pensiero di tutta la redazione in una vignetta”. (ANSA)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Una circolare del ministero della Salute ha sollevato il problema rispetto a questa sostanza
Appuntamenti in favore delle famiglie e soprattutto dei più piccoli per trascorrere in serenità il fine settimana
Per lui non c'è stato nulla da fare. La Procura ha aperto un'inchiesta per ricostruire quanto accaduto
Nove tifosi della squadra rossoblù colpiti da Daspo, nei confronti di due indagati si ipotizza anche la rissa
Resta un disperso. Tre i feriti, due gravi, ma non in pericolo di vita
La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata entro le 12 del 2 marzo 2024
A bloccare i migranti sono stati i carabinieri che hanno anche sequestrato un barcone di 10 metri
Oltre 260mila euro di sanzioni amministrative irrogate e proposte di chiusura per 3 locali pubblici
Serie B
Vivarini gasa l'ambiente e chiede di stare uniti: "Remiamo per il bene della squadra e arriveremo bene alla fine campionato"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved