Premio produzione dipendenti Amc, sindacati distanti da Costanzo

Rispondono alle perplessità del consigliere comunale Sergio Costanzo, i sindacati di categoria citati in una nota dall’esponente di Fare Per Catanzaro.

Costanzo, nella sua nota, informava che “le segreterie aziendali dell’Amc dei sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl e Faisa hanno inviato una lettera all’amministratore unico della Municipalizzata Margiotta e al dg Correggia per chiedere delucidazioni sui criteri adottati per il premio di risultato che ad oggi, si legge nella richiesta ha visto penalizzare il 95 per cento dei lavoratori presenti in azienda. Le stesse segreterie chiedono anche i motivi per cui non è stato corrisposto agli operatori di esercizio il premio assicurativo relativo al periodo aprile  2017-31 marzo 2018”.

Costanzo, nella sua nota, informava che “le segreterie aziendali dell’Amc dei sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl e Faisa hanno inviato una lettera all’amministratore unico della Municipalizzata Margiotta e al dg Correggia per chiedere delucidazioni sui criteri adottati per il premio di risultato che ad oggi, si legge nella richiesta ha visto penalizzare il 95 per cento dei lavoratori presenti in azienda. Le stesse segreterie chiedono anche i motivi per cui non è stato corrisposto agli operatori di esercizio il premio assicurativo relativo al periodo aprile  2017-31 marzo 2018”.

Mi tocca evidenziare – ha scritto Costanzo – il malcostume che impera nella partecipata Amc. Sono stato, infatti, contatto da un gruppo di lavori della società, secondo i quali, il management dell’Azienda, ancora una volta, hanno fatto uso dei soldi pubblici in modo del tutto discriminatorio. Sempre secondo quanto mi è stato riferito, sembrerebbe che il premio annuale di risultato sia stato riconosciuto a scaglioni ai dipendenti”.

L’Amc ha diffuso la nota ricevuta da parte delle segreterie delle Organizzazioni Sindacali C.G.I.L. C.I.S.L. U.I.L. U.G.L. FAISA-CISAL, che di seguito riportiamo:

“Le scriventi Organizzazioni Sindacali esprimono un netto dissenso dissociandosi e prendendo le distanze da quanto affermato dal consigliere comunale Sergio Costanzo circa il premio di produzione dei dipendenti Amc.

Costanzo ha strumentalizzato una nostra semplice richiesta di delucidazioni rivolta al management Amc circa un premio di risultato che necessita di aggiornamento, in quanto fermo ad accordi stipulati ormai da cinque anni, contenente criteri che, ovviamente, necessitano di rivalutazioni.

E’ stato erogato un premio di risultato aggiuntivo, regolarmente contemplato nell’accordo sottoscritto tra sindacati e Azienda che oggi vorremmo rivedere perché obsoleto.

Siamo perfettamente a conoscenza che il premio di produttività assicurativo non è stato erogato agli operatori di esercizio in quanto la società assicuratrice non ha ancora bonificato le somme all’Amc ma la nostra richiesta voleva solo essere un sollecito, onde evitare ulteriori ritardi, visto l’allungarsi dei tempi di erogazione.

Le reiterate richieste da parte di alcuni consiglieri comunali di accesso agli atti, non fanno altro che rallentare le procedure aziendali a danno delle relazioni industriali e degli stessi lavoratori della società.”

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il membro Udc chiede la restituzione del medaglione sacro sottratto dalla chiesa di Bovalino. “Ogni reato deve essere considerato grave”
Il governatore ha partecipato alla Conferenza dei delegati calabresi al congresso del partito svoltasi a Lamezia Terme
L'iniziativa è partita dalla Casa del Popolo Thomas Sankara e ha visto l'adesione di diverse realtà e associazioni cittadine
La struttura, funzionante da 30 anni, custodisce 90 mila volumi e gestisce oltre 2 milioni di schede bibliografiche on line
Già in passato si erano verificati episodi simili ai danni dell’imprenditrice. Coldiretti Calabria: "Un vile atto e un gesto inqualificabile" 
Per l’8 Marzo la città ospita il cartellone "Il senso delle donne”, sostenuto dal Comune in collaborazione con le associazioni del territorio
Il gruppo provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica si è riunito con la presenza della sottosegretaria all’Interno Wanda Ferro, tra altri
Le segreterie nazionali: “Riduzione preoccupante delle attività. La situazione sta degenerando in tutti i territori interessati, inclusa la Calabria”
Il caso
Dopo la vergognosa guerriglia post-derby le due Questure facciano subito luce su quanto accaduto. Ancora si attendono i Daspo dell’andata
A Lamezia Terme, il segretario generale del sindacato ha partecipato insieme a Roberto Occhiuto a un'iniziativa sullo sviluppo del Mezzogiorno
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved