Presentata “Opera”: a Reggio, l’arte di Tresoldi evocherà la Magna Grecia

Sarà pronta per settembre Opera, la nuova installazione firmata Edoardo Tresoldi, certamente uno degli artisti più significativi dell’avanguardia europea: 46 colonne realizzate in rete metallica piazzate nel cuore pulsante e turistico di Reggio Calabria che ne vogliono ricordare in modo possente le radici magnogreche.

Opera viene definita “la nuova installazione permanente di arte pubblica dell’artista italiano sul lungomare Falcomatà di Reggio Calabria, promossa e commissionata dall’amministrazione della città calabrese. Il cantiere ha avuto inizio nel corrente mese di luglio, l’inaugurazione – come evidenziato nell’incontro coi cronisti – è prevista a settembre 2020″.

Opera viene definita “la nuova installazione permanente di arte pubblica dell’artista italiano sul lungomare Falcomatà di Reggio Calabria, promossa e commissionata dall’amministrazione della città calabrese. Il cantiere ha avuto inizio nel corrente mese di luglio, l’inaugurazione – come evidenziato nell’incontro coi cronisti – è prevista a settembre 2020″.

La nuova installazione dell’artist of the absent matter, per rispolverare un’efficace autodefinizione di Tresoldi che campeggia sul sito web dell’artista, intende “celebrare la relazione contemplativa tra il luogo e l’essere umano attraverso il linguaggio architettonico classico e la trasparenza della Materia Assente, espressa tramite la rete metallica. Si tratta di un’architettura aperta – composta da un colonnato di 46 elementi che raggiungono gli 8 metri di altezza, posti all’interno di un parco di 2.500 mq – che offrirà un nuovo monumento attraversabile e completamente fruibile a cittadini e visitatori. L’installazione si inserisce all’interno di uno dei più ampi spazi pubblici europei e si propone come un nuovo landmark del territorio.

Opera delinea una sorta di spazio immaginario, un’agorà mentale che trasporta i visitatori in una dimensione percettiva mutevole tramite giochi di altezze e profondità con il parco. Edoardo Tresoldi ha commentato: “Opera nasce per rimarcare il carattere del luogo attraverso il costruito, proponendone così un’ulteriore chiave di lettura. Ho cercato di creare un luogo della contemplazione e indagare il ruolo dell’arte pubblica oggi, che ritengo debba saper accogliere il presente.”

Il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, promotore dell’iniziativa, ha dichiarato: “Identità, visione, prospettiva. L’opera di Edoardo Tresoldi sarà un simbolo per la nostra Città. Posizionata in un luogo strategico sul Lungomare sarà il segno della naturale congiunzione tra il tessuto urbano ed il mare, un richiamo alle origini della città, alla sua tradizione magnogreca, alla grandezza dell’antica Rhegion e alle prospettive di sviluppo che abbiamo immaginato e per le quali lavoriamo ogni giorno“.
Sono felice che sarà Edoardo Tresoldi a realizzare l’opera monumentale sul nostro Lungomare – ha tra l’altro dichiarato il sindaco –. Tresoldi è uno dei creatori più stimati a livello internazionale. La sua opera costituisce per la nostra città una grande vetrina, rappresentando con la sua prospettiva moderna coniugata in senso classico un’ulteriore importante attrattiva, anche dal punto di vista turistico, integrandosi in un contesto di rara bellezza come il nostro Lungomare“.

Opera è la seconda installazione di Tresoldi in Calabria dopo Il Collezionista di Venti a Pizzo, del 2013, in atto la seconda opera d’arte più visitata dell’intera regione dopo i Bronzi di Riace, ma anche la seconda grande opera pubblica permanente in Italia dopo la celebrata Basilica di Siponto in Puglia, commissionata dal MiBACT nel 2016.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'ordinanza sulla sicurezza dei bagnanti comprende i Comuni da Simeri Crichi a Monasterace fino alla foce del torrente Assi
Ne dà notizia in una nota l'ateneo, spiegando che le circostanze della morte dell'avvocato e giurista "sono in corso di accertamento"
Del caso si sta occupando la Squadra Mobile. Sul luogo dell'agguato la polizia scientifica ha recuperato ben 5 bossoli
Sul posto oltre 15 unità dei vigili del fuoco che hanno lavorato per oltre un'ora nello spegnimento delle fiamme. Al via le operazioni per risalire alle cause del rogo
Sarà attivo il servizio sostitutivo via bus ma non si escludono disagi dal momento che l'intervento avviene nel periodo estivo
Avrebbero causato danni per circa mezzo milione di euro tra furto di energia elettrica e danneggiamenti ai contatori Enel
Secondo le ipotesi accusatorie avrebbero falsamente dichiarato un reddito inferiore rispetto alal soglia minima richiesta per legge
garbino
Ci sono anche due avvocati coinvolti nell'inchiesta della Dda di Catanzaro, nome in codice Garbino
Le armi vendute alle più importanti cosche calabresi, dai Giampà di Lamezia, agli Arena di Isola, ai Mancuso di Limbadi
La denuncia del consigliere regionale e presidente del Gruppo Misto a palazzo Campanella: "E' l'ora di cambiare registro"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved