Calabria7

Presunta corruzione e turbativa d’asta al Comune di Rende, udienza davanti al Riesame

corruzione rende

Si svolgerà domani, davanti al Tribunale della Libertà di Catanzaro, l’udienza a carico del sindaco di Rende, Marcello Manna, accusato di corruzione e turbativa d’asta in un’inchiesta della Procura di Cosenza che, nelle scorse settimane, ha coinvolto molti esponenti dell’amministrazione comunale. Manna è stato destinatario di un provvedimento di divieto di dimora nel comune di Rende. Il sindaco di Rende – al momento sospeso dall’incarico – accompagnato dal suo difensore, è difeso dall’avvocato Nicola Carratelli. Tramite il suo difensore, Manna dovrebbe anche depositare alcuni atti finalizzati a dimostrare la sua estraneità ai fatti contestati. Alcuni giorni dopo il blitz, il sindaco di Rende aveva reso l’interrogatorio di garanzia davanti al Gip nel corso del quale aveva risposto su ogni capo di imputazione contestato. Nella stessa inchiesta, coinvolti, tra gli altri, l’ex assessore comunale Pino Munno e il vicesindaco Annamaria Artese.

© Riproduzione riservata.
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content