Calabria7

Presunta malasanità a Vibo: perde la bimba, non c’erano gli anestesisti

Coronavirus Vibo

Un caso di presunta malasanità si sarebbe verificato all’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia. Una donna di 32 anni di Cessaniti (VV), M.G., ha perso la bimba che portava in grembo dopo essere stata rimandata ieri a casa dai medici in quanto non c’erano anestesisti per un parto cesareo.

La donna si era recata in ospedale per la rituale visita di controllo in prossimità del parto. I medici avevano  deciso per il parto cesareo, escludendo la necessità di un ricovero e rimandandola a casa. Stamani la complicazione, il ritorno in ospedale dove, dopo un trasferimento urgente in sala parto, è stato riscontrato il decesso del feto. Il marito della donna, dopo essersi scagliato contro alcuni arredi dell’ospedale, si è recato in Questura a Vibo Valentia per sporgere denuncia contro i sanitari che hanno avuto in cura la moglie al fine di chiarire ogni aspetto della vicenda ed accertare eventuali responsabilità.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Soldi a un giudice per scarcerare boss di ‘ndrangheta, due a giudizio

Gabriella Passariello

Albania, terremoto 6.4: sette morti, centinaia i feriti. Trema anche la Calabria (VIDEO)

Mirko

Stalker nei confronti dell’ex compagna, ammonito 35enne lametino

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content