Calabria7

Prete ucciso a coltellate a Como, l’assassino si costituisce

covid

E’ un prete 51enne, don Roberto Malgesini, l’uomo ucciso questa mattina, intorno alle 7:00, in centro a Como. A sferrare le coltellate mortali sarebbe stato un senzatetto di origini straniere con problemi psichici, il quale si è poi costituito ai carabinieri ricoperto di sangue. Inutili i soccorsi, giunti poco dopo sul luogo del delitto. Don Malgesini era conosciuto in città per il suo impegno a favore dei migranti, era il prete degli ‘ultimi’. Non aveva una parrocchia, la sua pastorale era quella dell’assistenza ai bisognosi. Portava la colazione ai senzatetto ed ai migranti e assisteva tutte le situazioni di marginalità. Viveva nella parrocchia di San Rocco, a pochi passi dal punto in cui è stato accoltellato.

Prete accoltellato e ucciso dopo lite a Como

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Accoltella moglie e si getta dal quinto piano, muore medico ad Avezzano

Mirko

Coronavirus, la nuova sfida è già virale: nasce la #SafeHands Challenge

Mirko

Ciclista 38enne viene urtato da auto dei carabinieri e muore sul colpo

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content