Calabria7

Pretende trasferimento del suocero e prende a calci il medico

E’ stata presa a calci e pugni una dottoressa in servizio in un ospedale calabrese.

L’episodio di violenza è avvenuto a Melito Porto Salvo, nel Reggino, presso il reparto di Medicina dell’ospedale “toberio Evoli”.

La donna, secondo una prima ricostruzione, è stata aggredita dalla nuova di un paziente con problemi asmatici. Secondo la stessa, l’anziano doveva essere trasferito in un altro nosocomio a Reggio Calabria o a Locri. Trasferimento non consentito per la mancanza di posti negli citati ospedali.

I Carabinieri, così, immediatamente dopo l’aggressione sono giunti sul posto, denunciando una 40enne del posto per lesioni e violenza privata.

Per la dottoressa, soccorsa e medicata dai colleghi del pronto soccorso, dieci giorni di prognosi.

Indagini sono ancora in corso per fare piena luce sull’ accaduto.

Redazione Calabria 7

(Foto Ansa)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Rizzo: “Oggi posta pietra miliare nella storia ambientale di Crotone”

Mirko

Mantella, la protezione del clan Bonavota e la latitanza nelle case di “insospettabili”

Mimmo Famularo

La Calabria perde Lillo Federico: scompare il patron della Mangiatorella

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content