Prima Giornata internazionale dell’Infermiere a Catanzaro organizzata dall’AOU Dulbecco

L’evento è stato organizzato dall’Azienda Ospedaliero Universitaria Renato Dulbecco di Catanzaro

Si è svolta venerdì scorso 12 Maggio presso l’Auditorium Campus Universitario “Salvatore Venuta” dell’Università Magna Græcia di Catanzaro, la celebrazione della Giornata Internazionale dell’Infermiere nella ricorrenza  della nascita di Florence Nightingale, fondatrice dell’assistenza infermieristica moderna. Questa è stata la prima edizione che ha voluto manifestare la gratitudine ai propri professionisti, e non solo, per quanto svolto nel periodo pandemico e per quanto ancora oggi fanno.

Evento organizzato dall’Azienda Ospedaliero Universitaria Renato Dulbecco

Evento organizzato dall’Azienda Ospedaliero Universitaria Renato Dulbecco

L’evento è stato organizzato dall’Azienda Ospedaliero Universitaria Renato Dulbecco di Catanzaro, dal gruppo di lavoro costituito  dal Dirigente Sitra, Dott.ssa Serafina Fiorillo, incarichi di funzione e infermieri dei Presidi Mater Domini e Villa Bianca.  Tutte le autorità Istituzionali rappresentative del territorio sono state coinvolte dalla grande  macchina organizzatrice, e tutte le istituzioni territoriali hanno voluto portare il loro ringraziamento e la loro vicinanza alla professione infermieristica tutta, indipendentemente dal setting assistenziale interessato.

Gli interventi

La giornata si è aperta con la lettura del giuramento dell’infermiere e tra saluti ed interventi la manifestazione ha visto la prestigiosa presenza del rettore dell’Università Magna Græcia di Catanzaro Professore Giovambattista De Sarro; il commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliero Universitaria “Renato Dulbecco” Dott. Carlo La Regina; il presidente della Scuola di  Medicina Professore Agostino Gnasso; il presidente del corso di Laurea in Infermieristica Professoressa Patrizia Doldo; il presidente del corso di Laurea in Scienze Infermieristiche Prof.ssa Elena Succurro; il presidente del Consiglio Regione Calabria Dott. Filippo Mancuso; il sindaco di Catanzaro rappresentato dal dott. Venturino Lazzaro; il presidente della Provincia di Catanzaro dott. Mario Mormile; il presidente Ordine dei Medici di Catanzaro delegato Dott. Pasquale Puzzonia, il delegato dell’ Arcivescovo Metropolita di Catanzaro-Squillace Don Roberto Corapi, cappellano del Campus Universitario; i dirigenti delle Professioni Sanitarie delle province calabresi: AOU Renato Dulbecco Presidi Pugliese/Ciaccio Dott.ssa Caterina Puntoriero; Dott. Pietro Lopez ASP Crotone; Dott. Cosimo Buonofiglio ASP Reggio Calabria; Dott. Salvatore Fuina ASP di Catanzaro; i presidenti degli Ordini professionali Infermieri (OPI) delle province calabresi: Dott. Antonio Ciambrone (delegato) per l’OPI di CZ; Dott. Fausto Sposato OPI di CS; Dott. Giuseppe Diano OPI di KR; Dott.ssa Aurora Arena (delegata) per l’OPI di VV. Un saluto in videoconferenza è stato dato anche dalla Presidente Nazionale della FNOPI, Dott.ssa Barbara Mangiacavalli, che ha concesso anche il patrocinio dell’evento.

La testimonianza di un infermiere -paziente

Nel corso della manifestazione è stata rimarcata la centralità dell’infermiere all’interno del sistema salute ed in particolar modo nella relazione d’aiuto. Relazione d’aiuto e tempo di relazione che diventano fondamentali per l’umanizzazione delle cure. L’innovazione organizzativa e assistenziale  che caratterizza i nostri tempi pertanto non può prescindere dall’ investire sugli infermieri, figura essenziale del SSN.  Gli interventi istituzionali hanno avuto un eco unico nel sottolineare il lavoro straordinario di assistenza e cura svolto con professionalità ed umanità dagli infermieri; un lavoro spesso effettuato nel silenzio ma  prezioso ed indispensabile. Ed è proprio sulla umanizzazione delle cure che si è sviluppata questa giornata, dove grazie alla moderazione delle giornaliste Clara Varano e Giulia Zampina sono state presentate alcune testimonianze, pazienti che hanno voluto raccontare la loro esperienza evidenziando il potere della gentilezza nell’instaurare una relazione d’aiuto; l’importanza dell’ascolto nell’era Covid; la delicatezza nelle cure di fine vita e anche il ritrovarsi “dall’altra parte” testimonianza di un infermiere -paziente.

Umanizzazione delle cure

I lavori sono proseguiti con una tavola rotonda interattiva mantenendo sempre il tema sulla “umanizzazione delle cure, cos’è cambiato? “ Hanno iniziato la discussione le varie Associazioni con la Croce Rossa delegata la Sorella Antonina Barresi,  la Presidente FISH Calabria Dott.ssa Annunziata Coppedè, il Presidente e coordinatore di CittadinanzAttiva/TDM Dott. Elia Celia e Nino Critelli, Presidente centri antiviolenza dott.ssa Stefania Figliuzzi, Presidente AISM di CZ Dott.ssa Marcella Fornuto ,tutti hanno portato un prezioso contributo nonché una valida analisi del proprio operato. La tavola rotonda è proseguita successivamente con la moderazione del Dott. Silvio Simeone Ricercatore Med 45 Università Magna Græcia di Catanzaro il quale ha sottolineato l’importanza del ruolo delle società scientifiche nel campo infermieristico, dando così la parola ai rappresentanti delle stesse: Dott.ssa Raffaella Fiorentino per O.S.D.I.;  Dott. Carlo Barberino per A.I.O.M.; Dott. Daniele Commisso per A.N.I.A.R.T.I.; Dott. Francesco Talarico per Fondazione Anaste Humanitas; Dott.ssa Vittoria Tolomeo per CNAI; Dott. Cosimo Buonofiglio per S.I.D.M.I.; Dott.ssa Anna Maria  Condito e Dott.ssa Anna Zangari per S.I.G.O.T.; Dott.ssa Eleonora Nisticò per A.N.I.P.I.O.; Dott. Giuseppe Paonessa per A.I.C.O.; Dott.ssa Sara Fiorillo per S.IG.G. Tutti i rappresentanti hanno evidenziato l’importanza che le società rivestono nell’avere un’assistenza fondata sulle evidenze scientifiche.

“Arte e scienza in evoluzione”

La manifestazione è stata allietata  dall’animazione di un filmato su momenti di vita lavorativa degli infermieri dei Presidi Mater Domini e Villa Bianca, filmato abilmente realizzato e montato dall’infermiere dott. Gennaro Bevilacqua; presenti anche altri due momenti di riflessione e commozione attraverso il canto “La cura” di Battiato eseguito dall’infermiera Dott.ssa Patrizia Magnolia e “La vita è bella” recitata e cantata dall’incarico di funzione Dott.ssa Loredana Fanfarra. In itinere all’evento si è svolto un’ estemporanea di pittura realizzata dall’infermiere Piero Loprete, il quale ha gentilmente donato il suo capolavoro eseguito in diretta, alla Dott.ssa Sara Fiorillo in rappresentanza di tutti gli infermieri. Presente anche una Mostra fotografica rappresentata attraverso vari poster sul talento degli infermieri, realizzati dagli incarichi di funzione dell’A.O.U. “Renato Dulbecco” Presidi Mater domini e Villa Bianca. A conclusione di questa magnifica giornata sono state premiate con un encomio dalla prof.ssa Patrizia Doldo,  Presidente del corso di laurea, un’infermiera neolaureata Ludovica Nascimbene ed una studentessa Martina Greco per essersi distinte, ed aver prestato soccorso ad un componente del Corpo della Guardia di Finanza in una situazione d’emergenza. La giornata è stata allietata dalla notizia che l’Università Magna Græcia di Catanzaro  ha richiesto l’autorizzazione ministeriale per avviare un dottorato di ricerca specifico per le professione infermieristica e per le altre professioni sanitarie. Un importante riconoscimento ad una professione sempre più centrale anche all’interno dei percorsi formativi universitari.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il caso
Sulla spinosa vicenda Calabria7 ha chiesto il parere del noto legale vibonese che dopo aver studiato le carte è arrivato a questo risultato
Il giovane, italiano di origine marocchina, stava spingendo a mano il suo veicolo per prendere al volo il bus con gli amici, ma è stato centrato dal mezzo pubblico
Due le operazioni di salvataggio, la segnalazione arrivata da Alarm Phone. Chiesto un porto sicuro più vicino possibile
L'assassino lo aspettava sotto la sua abitazione, forse aiutato da un complice
Il tecnico di Cessaniti, attuale ct della Slovacchia, potrebbe guidare gli azzurri con il fido Hamsik come vice
l'analisi
40 gol segnati e 36 subiti: dopo venticinque giornate di campionato, le cifre definiscono bene le due facce del Catanzaro
La relazione all'Istituto scolastico: "In classe non si riconosce il rispetto per le persone o le regole"
"La lotta instancabile condotta dai lavoratori ha dato i suoi frutti dopo oltre un anno di impegno e determinazione"
Quattro i veicoli coinvolti nel tamponamento. Traffico bloccato in direzione nord
Sul posto sono giunti i mezzi del 118, ma per il giovane - italiano di famiglia marocchina - non c'è stato nulla da fare
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved