Prima la lite, poi la caccia all’uomo, infine gli spari: ferito un 27enne nel Vibonese

Secondo quanto trapela, l’autore del gesto potrebbe essere individuato a stretto giro
sparatoria sorianello

Prima la lite, poi la caccia all’uomo, infine gli spari. È stata una notte di Natale movimentata a Sorianello, piccolo centro delle Preserre vibonesi. A rimanere ferito al polpaccio è un giovane di 27 anni, potenzialmente argentino, che è stato medicato al pronto soccorso dell’ospedale di Vibo.

La ricostruzione

La ricostruzione

La gambizzazione ha avuto un prologo poco prima, intorno alla mezzanotte: la vittima si trovava all’interno di un bar del paese quando è nata una discussione, sembrerebbe per futili motivi, con una persona del posto. Gli animi si sono surriscaldati e ne è nato un acceso diverbio, sfociato probabilmente in una aggressione fisica.

Lo straniero a quel punto ha abbandonato il locale e la situazione sembrava essere tornata alla normalità. Ma non era così. Da parte dell’autore del ferimento, in base a quanto è stato possibile apprendere da fonti investigative, sarebbe scattata una vera e propria caccia all’uomo cui hanno preso parte anche altri conoscenti del primo che è terminata allorquando il 27enne è stato individuato presso la propria abitazione.

Non è chiaro ancora se sia stato attirato fuori con una scusa oppure il gruppetto abbia fatto irruzione nel locale. È stato esploso almeno un colpo di pistola che ha raggiunto il giovane ad un polpaccio, forse mentre fuggiva avendo intuito il pericolo. A quel punto, il presunto responsabile ed i compagni si sono rapidamente dileguati. Il rumore dello sparo e le urla della vittima hanno fatto scattare l’allarme. E mentre il giovane è stato trasportato all’ospedale di Vibo, i carabinieri della Stazione, coadiuvati dai colleghi di Serra San Bruno, hanno avviato le indagini ricostruendo l’accaduto.

Ricercato l’autore

Secondo quanto trapela, l’autore del gesto potrebbe essere individuato a stretto giro. E così, mentre la quasi totalità delle persone festeggiava il Natale in allegria e in famiglia, a Sorianello si è consumato un nuovo grave episodio nato, come spesso avviene, per banali discussioni. Ed è ancor più preoccupante, nonostante i continui controlli delle forze dell’ordine, la facilità con la quale si reperiscano e utilizzando armi. (ANSA)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La decisione del preside dell'Istituto Munari di Crema fa discutere ed è diventata un caso politico
Entrambi sarebbero in attesa di primo giudizio. A vigilare sui cortili della prigione c'era un solo agente
La strada è stata provvisoriamente chiusa al traffico. Il personale di Anas è sul posto per la gestione della viabilità
Un’opera rock di assoluto valore artistico, storico e culturale, che ci riporta al popolo dei Bretti e al mito di Donna Brettia
Edison Malaj è deceduto schiacciato da una lastra di cemento mentre lavorava nel piazzale delle ex cantine sociali di Frascineto
Al "Ceravolo" una partita equilibrata con brivido finale per i giallorossi, che salgono a 39 punti
L’uomo è stato portato in elisoccorso all’Annunziata di Cosenza. La strada fortunatamente non era trafficata al momento dell’incidente
"Si sta cercando di delocalizzare il poco rimasto nel capoluogo che fino a ora rendeva la stessa realtà, e l'area più centrale della Calabria, attrattivi"
Dirigenti dell’Anas, indagati per presunta corruzione, avrebbero fornito informazioni riservate sulle gare. Tutto ruota intorno alla Inver
È il caso di un uomo di 74 anni. Una Tac alla testa ha rivelato la presenza di un ago per l'agopuntura che stava causando un’emorragia cerebrale
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved