Calabria7

Processo Sansone, trentasei condanne e sette assoluzioni in appello

coronavirus magistrati

Trentasei condanne e sette assoluzioni in Appello a Reggio nell’ambito del processo Sansone contro le famiglie mafiose di Villa San Giovanni, celebrato per gli imputati che hanno scelto il rito abbreviato. Il boss Pasquale Bertuca dovrà scontare 30 anni di carcere.  Carcere anche per i suoi fratelli Vincenzo Bertuca e Felicia Bertuca, che dovranno scontare rispettivamente 18 anni e 14 anni e 8 mesi di carcere.

Condanna rivisitata per il boss Domenico Condello detto “Micu u pacciu” (14 anni), Santo Buda (14 anni e 8 mesi), Alo Liotta (16 anni), Vincenzo Sottilaro (16 anni), Andrea Carmelo Vazzana (16 anni) e Domenico Zito (14 anni).

Nel luglio 2016, l’operazione antimafia aveva colpito le cosche Condello di Archi e Bertuca di Villa San Giovanni al centro di uno dei filoni scaturiti dalla maxioperazione “Meta” che, nel 2010, aveva svelato gli intrecci tra  ‘ndrangheta e imprenditori.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, da azienda Bergamo a Gioia Tauro 10.000 mascherine

Mirko

Violenza sessuale su minori, un arresto

Matteo Brancati

Coronavirus in Calabria, 365 nuovi casi e 5 morti

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content