Calabria7

Processo Villa Verde: false perizie psichiatriche per scarcerare i boss, due condanne

uccisa a Belvedere Marittimo

False perizie psichiatriche per scarcerare i boss. L’ultimo troncone pendente del processo Villa Verde si è chiuso con due condanne e due assoluzioni. Sono stati condannati dal Tribunale di Cosenza il legale rappresentante della clinica Luigi Arturo Ambrosio e lo psicologo Antonio Ruffolo, rispettivamente a 6 anni e sei mesi e 5 anni di reclusione. Per Ambrosio il pm aveva richiesto una pena pari a 10 anni e per Ruffolo di 9 anni. Assolti lo psichiatra Gabriele Quattrone e Caterina Rizzo, moglie dell’ex boss della sibaritide Antonio Forastefano beneficiario delle corruttelle che lo avevano portato alla detenzione domiciliare nella casa di cura cosentina.  

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

6 Discariche abusive sequestrate nei boschi della Sila

Giovanni Caglioti

Elezioni a Cosenza, De Cicco candidato sindaco: “Discriminato perché sono un ragazzo di quartiere”

Maria Teresa Improta

Rubano carburante da auto, due arresti nel Catanzarese

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content