Calabria7

Prof ucciso a scuola, convalidato il fermo del bidello

prof ucciso

Convalidato, dinanzi all’udienza che si è svolta nella mattinata di oggi, il fermo di Giuseppe Porcelli, il bidello di Melito, alle porte di Napoli, gravemente indiziato di aver ucciso a coltellate, nella giornata di mercoledì, il professore di sostegno Marcello Toscano (LEGGI QUI). Il delitto, scrive l’ANSA – è avvenuto all’interno del cortile della scuola media “Marino Guarano”. Successivamente, il presunto omicida ha nascosto il corpo dietro una siepe. Ora le indagini da parte dei carabinieri per ricostruire il movente.

I carabinieri hanno trovato i segni di diverse coltellate e tracce ematiche, forse anche dell’assassino. Non vedendolo tornare a casa, il figlio si è presentato nella caserma dei carabinieri della vicina Mugnano alle 19.25. Dopo la denuncia di scomparsa sono scattate le ricerche e tra le 21 e le 21,30 la figlia ha individuato la macchina del padre nei pressi della scuola e ha chiamato in caserma a Mugnano. I militari hanno fatto aprire i cancelli dai custodi e hanno ispezionato tutti i locali, interni ed esterni, scoprendo il cadavere, nell’aiuola.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Esplode un ordigno artigianale in Algeria: cinque civili sono rimasti uccisi

bruno mirante

Dallo spray nasale al tampone-flash, 10 progetti contro il Coronavirus

Mirko

Travolto da un’auto 19enne muore davanti agli amici mentre esce di casa

Maria Teresa Improta
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content