Calabria7

Psc Catanzaro: nessuna strategia, interi quartieri cancellati (SERVIZIO TV)

di Carmen Mirarchi – Il consigliere comunale di Catanzaro Nicola Fiorita ha incontrato i cittadini in pieno centro storico per un confronto sul piano strutturale comunale di Catanzaro.

L’incontro con i cittadini è fondamentale per Fiorita che ha deciso di farlo questa volta in uno dei luoghi più importanti della città.
Fiorita ha lanciato l’accusa: “Chi ha ridotto sul lastrico il centro storico adesso qui acquista”. Pasquale Squillace ha spiegato tecnicamente che il Piano regolatore generale ha riferimento ad una legge del 1942. “Ci sarebbe una confusione all’interno dell’amministrazione comunale in merito al Prg e al Psc”.
Catanzaro non vive solo di residenti, è stato sottolineato, perché il capoluogo vive di persone che vengono anche dalla provincia. “Bisogna capire chi sono i fruitori della città” ha detto Squillace. A luglio  ci sarebbe stato un incontro quasi segreto sull’argomento Psc.
Nicola Fiorita ha indicato che il Piano regolatore sarebbe sproporzionato..”La realtà è che Catanzaro perde abitanti con una desertificazione del centro storico”.
“È in atto un processo di abbandono del centro storico” dice un documento della stessa maggioranza comunale. Fiorita ha sottolineato come il progetto sia in realtà quello di spostare tutto lo sviluppo commerciale in zona Giovino.
“Il documento dice che bisogna intensificare l’area di Germaneto con uno sviluppo commerciale intorno all’Università. Si stanno costruendo le condizioni per non far nel sviluppare il Campus”.
Il Psc per il centro storico dice di: valorizzare la ‘posizione panoramica e le relazioni con il sistema ambientale’; di recuperare il Gasometro di viale dei Bizantini e l’ex Mattatoio. “Significa che chi fa il Psc non è informato sulla città. La possibilità di redigerlo- ha aggiunto Fiorita – è stata data, a costo zero, ad uno studio di Padova. Il punto è che mi sembra che chi sta facendo il Psc non  ha a cuore la città ma solo il curriculum. Intanto i rappresentanti dello studio ‘affidatario’ sono stati solo due giorni qui e non conoscono il territorio. La zona nord della città è come se non esistesse, non è stata citata..Non si dice cosa si farà dell’ospedale,l’ubicazione di questo cambierà molte cose”. Il consigliere Nicola Fiorita ha poi indicato che il futuro Psc, così com’è adesso, sarebbe scollegato con ciò che il sindaco dichiara. “Tutto è spostato su Germaneto e Giovino, non sul centro storico. La caserma di piazza Roma si dice potrebbe essere spostata in una zona da dove non passa la metro. Forse semmai dovesse essere spostata sarebbe più opportuno farlo in una zona come viale Isonzo”.  Non ci sarebbero in sostanza le scelte fondamentali per la ripresa della città. Insomma Fiorita ha voluto rendere chiaro che il sindaco starebbe, a suo dire, dichiarando alcune cose e facendo l’esatto contrario.

Nel Psc anche i parcheggi vengono previsti a Lido, “distruggendo anche il quartiere marinaro. Viene danneggiato ed ucciso ciò che esiste nel centro storico e si viale Crotone” ha detto ancora Fiorita. Durante la conferenza sono venuti alla luce anche i problemi relativi all’istituto delle “Belle arti ” di Catanzaro. “Non ci danno dove vivere”, ha detto il vice direttore.

Gianmichele Bosco ha sottolineato, invece, come sarebbe importante discutere di alcune tematiche in seno al Consiglio comunale. “Per conoscere le linee guida siamo dovuti andare ad un incontro alla Provincia dove era presente questo studio di Padova completamente scollegato dalla città  Il Psc esclude alcune aree importanti. Vengono cancellate Gagliano, Mater Domini, Pontegrande, Pontepiccolo e tanti altri quartieri.Manca l’idea di cosa vogliamo fare della città.. Non bisogna prendere provvedimenti scellerati ma il nostro obiettivi con questi incontri è il confronto per proporre poi delle idee a chi deve presentare questo Psc”, ha concluso Bosco.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Quando la scrittura salva dalla paura della malattia: presentazione “Vite di Carta”

Mirko

Donna muore dopo parto, Siclari: “Grillo riferisca su ispezione”

Matteo Brancati

Catanzaro, Lobello: “Weekend di eventi nel centro storico”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content