Calabria7

Quarta Chiave, traffico di rifiuti nel Lametino: in ventuno a giudizio. Ci sono 4 società (NOMI)

di Gabriella Passariello- Ventuno rinvii a giudizio, di cui 17 persone fisiche e 4 società, mentre quindici imputati hanno richiesto il rito abbreviato nell’ambito dell’inchiesta della Dda di Catanzaro “Quarta Chiave”, che mira a far luce su un traffico illecito di rifiuti e che ha portato nel giugno dello scorso anno i carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro, supportati dai rinforzi provenienti dagli altri Comandi provinciali della Legione Carabinieri “Calabria”, del Gruppo Forestale di Catanzaro, lo Squadrone Eliportato Carabinieri Cacciatori di Vibo Valentia, a notificare 29 misure cautelari di cui 15 in carcere e 14 ai domiciliari, in un raggio di azione comprendente i Comuni di Lamezia Terme, San Pietro a Maida, Curinga e Settingiano.

I rinviati a giudizio

Il gup del Tribunale di Catanzaro Chiara Esposito ha mandato a processo Liberato Acanfora, 60 anni, residente a Lamezia; Enzo Amato, 39 anni, di Lamezia; Anello Berlingeri, 36 anni, di Lamezia;  Damiano Bevilacqua, 32 anni, di Lamezia;  Enzo Bevilacqua, 38 anni di Lamezia; Giosuele Bevilacqua, 23 anni, di Lamezia; Luciano Carmelo Bevilacqua, 32 anni, residente a Lamezia; Tonino Bevilacqua, 38 anni, di Lamezia; Lucio Fabiani, 35 anni residente a Lamezia; Orazio Latorre, 41 anni, residente a Lamezia; Concetta Silipo, 35 anni residente a Settingiano; Raffaela Silipo, 34 anni, di Catanzaro; Antonio Bevilacqua, 51 anni; Cosimo Bevilacqua, 62 anni di Lamezia; Rinaldo Bevilacqua, 46 anni di Lamezia; Massimo Bevilacqua, 43 anni, di Lamezia; Salvatore Fazio, 39 anni, di Lamezia. E ancora le società Da Ar Berlingieri srls, Ingrosso Rottami Metallici  e Ferrosi  di Silipo Luciano, la Lamezia Eco Power e l’Eco Futuro srl. Il processo nei loro confronti inizierà il prossimo 6 aprile davanti al Tribunale di Lamezia

I nomi di chi ha scelto il rito abbreviato

Hanno invece chiesto l’abbreviato Tonino Amato, 37 anni di Lamezia; Massimo Berlangieri, 44 anni, residente a Lamezia; Enzo Berlingieri, 35 anni, di Lamezia; Antonio Berlingieri, 37 anni, di Lamezia; Damiano Berlingieri, 45 anni di Lamezia; Damiano Berlingieri, 46 anni, di Lamezia; Luigi Berlingieri, 54 anni, di Lamezia; Massimo Berlingieri, 42 anni, di Lamezia; Alessandro Bevilacqua, 31 anni, di Lamezia Terme; Cosimo Bevilacqua, 59 anni, residente a Lamezia; Damiano Bevilacqua, 46 anni, di Lamezia; Damiano Bevilacqua, 45 anni, di Lamezia; Mario Bevilacqua, 38 anni, di Lamezia; Aldo Sgromo, 40 anni residente a Curinga; Marco Berlingieri, di Lamezia. La decisione sull’ammissione al rito abbreviato è prevista il prossimo 28 novembre, giorno in cui inizierà la requisitoria del pubblico ministero.

L’inchiesta Quarta Chiave

L’inchiesta della Dda di Catanzaro è stata avviata nell’agosto 2019, a seguito di un vasto incendio di rifiuti, verificatosi il precedente 11 luglio nell’insediamento rom di Contrada Scordivillo, a Lamezia Terme, con lo sprigionamento di fumi tossici che hanno interessato l’adiacente ferrovia e il vicino ospedale Giovanni Paolo II. Gli elementi acquisiti con l’ausilio di attività tecniche ed accertamenti patrimoniali, hanno consentito di documentare l’esistenza, all’interno del campo di Scordovillo, di una vera e propria realtà imprenditoriale che, in violazione delle norme di settore, era dedita alla raccolta e al trasporto di rifiuti nelle ditte specializzate nella preparazione e riciclo di rottami ferrosi che, a loro volta, avrebbero ricevuto illecitamente i carichi conferiti.

Il collegio difensivo

Sono impegnati tanto nel rito ordinario che nell’abbreviato, tra gli altri, gli avvocati Giuseppe Vetrano, Teresa Bilotta, Paola Bilotti, Valerio Murgano, Giuseppe Zofrea Massimiliano Carnovale,  Roberto Sorrenti, Nunzio Raimondi, Giuseppe Notarianni, Domenico Villella, Piero Chiodo e Giuseppe Malvasi.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, Asp Catanzaro: fatto grande lavoro, ma servono i presidi essenziali

Danilo Colacino

Coronavirus, l’annuncio del sindaco: “Nuovo caso a Taverna”

Damiana Riverso

Lite e spari nel Vibonese, fermato un uomo. Indagini in corso

Alessandro De Padova
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content