Calabria7

Querelle 5G, sindaco Reggio blocca installazioni. Polemiche M5S

falcomatà lega

Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, ha emesso un’ordinanza con cui ordina la sospensione immediata, “in via cautelativa e a tutela della salute dei cittadini”, della sperimentazione e dell’attivazione del 5G sull’intero territorio del Comune”. La sospensione avrà efficacia, si legge, “fino alla cessazione, attraverso opportuni approfondimenti da parte delle Autorità sanitarie competenti e degli istituti di studio e ricerca scientifica, dell’attuale stato di incertezza sugli effetti sulla salute che la tecnologia 5G è in grado di provocare”.
Falcomatà dispone, comunque, che il provvedimento di sospensione “cesserà di avere efficacia alla data del 31.12.2020, salve ulteriori e diverse valutazioni, laddove dagli approfondimenti sopra detti – scrive – dovessero emergere nuovi elementi che confermino il rischio di un grave danno alla salute dei cittadini”.

Il sindaco, pertanto,diffida tutte le società di telefonia presenti con i loro impianti su tutto il territorio comunale “ad eseguire qualsiasi tipo di attività sui siti che comporti la sostituzione o la modifica di quanto presente ed insistente al fine dell’installazione di tecnologie 5G”.

POLEMICHE CINQUESTELLE

L’ordinanza che stoppa la tecnologia 5G a Reggio Calabria è illogica, oltre che anacronistica e superficiale. Tutto, anche l’aria e l’acqua, in determinate circostanze, può far male. La bussola di ogni agire politico, in situazioni come questa, deve perciò essere sempre orientata verso le evidenze scientifiche, e non verso il sentito dire o le credenze infondate. La buona politica, in ogni caso, deve avere il coraggio di assumersi responsabilità e di contemperare interessi diversi, senza delegare le scelte a consulenti o burocrati”.

Ad affermarlo sono i deputati del Movimento 5 Stelle Federica Dieni e Marco Bella, ricordando che lo stesso sindaco ha dichiarato che “ad oggi non esistono certezze rispetto agli effetti che questa nuova tecnologia ha sulle persone”

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Caso Morra, tensione in Senato. L’opposizione chiede le dimissioni dall’Antimafia

Mimmo Famularo

No del Tar alla lottizzazione in località Tiriolello: “Maggioranza aveva ragione”

Matteo Brancati

Roghi tossici, Gianturco: “Adesso basta, urge soluzione definitiva per Scordovillo”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content