Paravati, quindicenne aggredito e pestato da un gruppo di coetanei: indagano i carabinieri

Gli uomini dell'Arma stanno verificando i contenuti delle immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza attive nella zona
aggredito e pestato-alt

Un 15enne è stato pestato a sangue, nella sera di Natale, da un gruppo di coetanei a Paravati frazione di Mileto, nel Vibonese. Sull’episodio che è accaduto nei pressi del Centro polivalente, in pieno centro abitato, hanno avviato indagini i carabinieri.

La vittima, soccorsa e accompagnata nell’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia dove si trova tuttora ricoverata in osservazione – scrive l’Ansa -, era giunta a Paravati da San Calogero, dove risiede con la famiglia, forse per un chiarimento ma è stata aggredita dal branco di coetanei che, per colpirlo, avrebbero anche utilizzato dei bastoni. Il quindicenne, dopo il pestaggio, ha chiamato il servizio di emergenza 118 che lo ha raccolto ancora sanguinante e gli ha prestato le prime cure.

La vittima, soccorsa e accompagnata nell’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia dove si trova tuttora ricoverata in osservazione – scrive l’Ansa -, era giunta a Paravati da San Calogero, dove risiede con la famiglia, forse per un chiarimento ma è stata aggredita dal branco di coetanei che, per colpirlo, avrebbero anche utilizzato dei bastoni. Il quindicenne, dopo il pestaggio, ha chiamato il servizio di emergenza 118 che lo ha raccolto ancora sanguinante e gli ha prestato le prime cure.

I carabinieri stanno quindi verificando i contenuti delle immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza attive nella zona. La speranza è di raccogliere elementi utili a risalire agli autori della brutale aggressione.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si va verso la riduzione dei farmaci per rispetto della sua volontà. Al suo capezzale è arrivata anche la madre
L'uomo è un cittadino ceco, sedicente artista, noto alle forze dell'ordine per altri episodi simili e considerato un imbrattatore seriale
La ragazza, che era salita da sola, è caduta nel vuoto fermandosi 150 metri più in basso
Decisivo l'intervento di un esperto maresciallo che ha convinto il ragazzo a tornare sui propri passi
Sempre riconfermato, per mandati non successivi, con percentuali 'bulgare', se n'è andato a 75 anni
Prima l'ottima reazione allo svantaggio, poi la rimonta e il nuovo pareggio dei padroni di casa. Nel finale espulsi Vivarini e Miranda
Il bene, un palazzo di più piani con vista sul mare, vedrà un nuovo capitolo con la "Casa della Legalità Piersanti Mattarella"
L'auspicio è che entrambe possano dare il meglio nel concorso europeo tra i più importanti e longevi
All'ospedale de L'Aquila c'è la nipote, l'avvocato Lorenza Guttadauro, la figlia legittima del boss Lorenza e la sorella Giovanna
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved