Ragazza italiana arrestata a Istanbul durante una manifestazione contro la violenza sulle donne

La ragazza si chiama Dalila Procopio e oggi sarà trasferita in un centro di rimpatrio
italiana Istanbul

Un’italiana è stata arrestata a Istanbul mentre partecipava alla manifestazione, vietata dalla prefettura, per celebrare la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Lo denunciano su Instagram le attiviste dell’associazione Mor Dayanisma.

“Due donne, dall’Azeirbaigian e dall’Italia, sono ancora detenute e potrebbero essere espulse”, si legge in un post su Instagram dell’associazione che ha denunciato una “violenta repressione della polizia” contro le manifestanti e decine di arresti.

“Due donne, dall’Azeirbaigian e dall’Italia, sono ancora detenute e potrebbero essere espulse”, si legge in un post su Instagram dell’associazione che ha denunciato una “violenta repressione della polizia” contro le manifestanti e decine di arresti.

La ragazza, secondo l’ANSA, si chiama Dalila Procopio e oggi sarà trasferita in un centro di rimpatrio. Lo ha detto un’avvocatessa tra le attiviste che hanno organizzato la dimostrazione. Dalila Procopio si trovava in Turchia da qualche mese con un visto turistico, ha aggiunto.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La Procura aveva ottenuto il giudizio immediato per entrambi, ma poco prima dell'udienza gli imputati avevano chiesto il patteggiamento
Sul posto sono arrivati gli uomini della polizia, i quali hanno avviato le indagini
Le indagini sono condotte dai carabinieri che stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto
Il piccolo aveva avuto un malore, poi è morto, ma i primi accertamenti dei medici non hanno consentito di accertarne le cause
Altri tre punti pesantissimi per i giallorossi, che salgono a +10 sulla prima esclusa dai playoff
I consiglieri regionali dem e Cambiavento hanno espresso soddisfazione per le elezioni che hanno portato per la prima volta una donna alla presidenza di quella Regione
Grande successo sulle passerelle milanesi per il designer cosentino, che ha omaggiato una grande icona di stile, Lady Diana
La coppia ha una figlia di 15 anni. Il corpo della vittima è stato trovato dalla propria madre, che ha avuto un malore sul momento
Il cittadino turco avrebbe rifiutato di chiedere aiuto e di prestare soccorso alle persone vulnerabili a bordo del caicco naufragato
Secondo l’ente ci sarebbero “aspetti di carattere amministrativo poco chiari e l’impossibilità di ottenimento della conformità urbanistico-edilizia delle opere proposte”
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved