Ragazzo ucciso davanti la discoteca, fermati due fratelli: uno è minorenne

Il minorenne è accusato dell'omicidio, mentre il fratello maggiore di detenzione illegale di arma da fuoco
sparatoria Corigliano-Rossano

La Procura di Palermo, insieme con quella dei minori, ha disposto nella tarda serata di ieri il fermo per due fratelli, di 17 e 22 anni, per l’omicidio di Rosolino Celesia, il 22 enne ucciso nella notte tra mercoledì e giovedì davanti a una discoteca nel centro di Palermo.

Il minorenne è accusato dell’omicidio, mentre il fratello maggiore di detenzione illegale di arma da fuoco. Ieri pomeriggio era stato il minore a chiamare il 112 per dire di avere ucciso il ragazzo dopo una lite in discoteca. Ieri sera il fermo disposto dal Procuratore Maurizio de Lucia. Lo stresso magistrato ha disposto l’autopsia. (Adnkronos)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il ministro Valditara: “Evitare anche l'uso del tablet”. La decisione era stata già presa nel 2007, il ministero l'applicata nel 2022
La consigliera regionale Amalia Bruni (Pd): “Il sindaco Paolo Mascaro e la sua Giunta dovranno trovare una sede alternativa”
La deputata del Pd parteciperà al primo anniversario del naufragio nel Crotonese, in una cerimonia con i familiari delle vittime e i superstiti
Luoghi intimi in prefabbricati nel cortile dell'istituto di pena: i detenuti potranno risaldare i loro legami affettivi e sessuali con il partner
Il gruppo, composto principalmente da giovani, si recherà in Belgio in concomitanza con il Consiglio dei Ministri agricoli dell'UE
È stato un avvocato cassazionista, magistrato del Consiglio di Stato e presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato
Un detenuto si è barricato in cella e ha dato fuoco a un lenzuolo. Un'intera sezione è stata evacuata a causa dei disagi provocati dal fumo
All'interno i carabinieri hanno trovato di tutto: dalle carcasse di auto abbandonate agli elettrodomestici fino ai rifiuti pericolosi
L'iniziativa, promossa dalle coalizioni di Europe for Peace ed AssisiPaceGiusta e sostenuta dalla CGIL, mira a fermare la follia delle guerre
storie
Imparentato con il generale Florestano Pepe. A lui è intitolata la caserma omonima che ospita l’Ufficio Documentale in via Pascali
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved