Calabria7

Rapina stile “arancia meccanica” nel Vibonese, condannato a quattro anni e nove mesi di carcere

Quattro anni e 9 mesi di reclusione, oltre pagamento di una provvisionale di cinquemila. E’ la condanna inflitta in primo grado dal gup del Tribunale di Vibo Valentia Francesca Del Vecchio a carico di Bryan Sicari, il giovane di Briatico processato con rito abbreviato e accusato di rapina aggravata e lesioni personali. I carabinieri di Vibo lo avevano arrestato nello scorso mese di settembre perché ritenuto l’autore di un gravissimo episodio stile “arancia meccanica” immortalato dalle telecamere di videosorveglianza ai danni di un’anziana residente nella frazione Paradisoni di Briatico. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, la sera del 22 agosto dello scorso anno il giovane si intrufolò nell’abitazione della donna aggredendola, buttandola a terra e sferrando due violenti calci alla testa. Immagini terribili finite in un filmato subito acquisito dai carabinieri che, frame dopo frame, hanno ricostruito ogni attimo fino a identificare l’autore della rapina e dell’aggressione. Il procuratore di Vibo Camillo Falvo, nel corso della conferenza stampa successivo all’arresto, per evidenziare la gravità dell’episodio aveva sottolineato di non aver mai visto niente del genere e tanta ferocia.

Aggressione “stile arancia meccanica”

La sentenza è in linea con quanto richiesto dal pm Corrado Caputo. Il difensore del giovane imputato, l’avvocato Carmine Pandullo, aveva chiesto la riqualificazione del reato di rapina sul presupposto che nessun bene sarebbe stato sottratto alla vittima. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, Sicari si sarebbe impossessato sotto la minaccia di un coltello di due telefoni cellulari della donna che nell’aggressione ha riportato la frattura della mascella, di una falange della mano sinistra, un trauma cranico e diverse ferite. Il giudice ha invece riqualificato il reato di violazione di domicilio ritenendolo assorbito in quello di rapina aggravata infliggendo la pena di quattro anni e nove mesi di reclusione. La difesa ha preannunciato ricorso in appello. (mi.fa.)

LEGGI ANCHE | Scene da “arancia meccanica” nel Vibonese, le immagini shock di una brutale rapina (VIDEO)

LEGGI ANCHE | Anziana picchiata e rapinata nel Vibonese, arrestato il presunto autore (VIDEO)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus in Calabria, 299 nuovi contagi e un decesso

Maria Teresa Improta

Marijuana in un vivaio del Vibonese, titolare assolto per non avere commesso il fatto

Maria Teresa Improta

Basso Profilo, Talarico resta ai domiciliari ma cadono le modalità mafiose

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content