Calabria7

Rapine ai danni di anziane a Pianopoli e Feroleto Antico, due arresti

rapine

I carabinieri di Pianopoli e del Nor – Sezione operativa della Compagnia di Lamezia Terme – hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Lamezia, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 2 indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di rapina aggravata in concorso e porto abusivo di armi.

La misura trae origine da un’indagine della Compagnia di Lamezia Terme, condotta tra il dicembre 2020 ed aprile 2021, a seguito di una prima rapina a mano armata perpetrata ai danni di un’anziana il 15 dicembre 2020 a Feroleto Antico e di una seconda consumata in un’abitazione di Pianopoli, la notte del 4 febbraio 2021, sempre ai danni di un’anziana donna.

Le indagini

L’attività investigativa, sviluppatasi incrociando le dichiarazioni delle vittime con l’analisi delle immagini estrapolate da circuiti di videosorveglianza pubblici e privati, ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza sul conto dei due pianopoletani C.D. e S.O., rispettivamente di 58 e 28 anni, quest’ultimo pregiudicato, in ordine alla rapina perpetrata lo scorso 15 dicembre nella località Polverini di Feroleto Antico. Un’anziana donna, mentre stava passeggiando in prossimità della propria abitazione, sotto la minaccia di una pistola è stata costretta a consegnare l’oro che indossava. Le indagini hanno consentito di riconoscere i due uomini ritratti dalle telecamere della zona e di ricostruire i loro spostamenti nelle fasi precedenti e successive all’evento.

Le ulteriori attività hanno inoltre consentito di individuare l’arma utilizzata, risultata essere clandestina e in uso a S.O., arrestato in flagranza di reato lo scorso febbraio per il porto abusivo dell’arma. S.O. è inoltre indagato, nell’ambito del medesimo procedimento penale, per un’ulteriore rapina perpetrata la notte del 4 febbraio 2021, in un’abitazione del centro di Pianopoli. Anche in questa circostanza la vittima è risultata un’anziana signora che, minacciata dall’uomo travisato che si era introdotto dentro casa, era stata privata dei gioielli che indossava. Sul conto di S.O, già detenuto a seguito del citato arresto in flagranza, è stata applicata la misura cautelare in carcere mentre C.D, incensurato, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Ingerisce funghi velenosi e avverte malore, donna con elisoccorso in ospedale

Mirko

ASD Sporting Catanzaro Lido, manca l’ufficialità per il salto in Promozione

Matteo Brancati

Sud, Ministro Lezzi: “Presto 2 contratti istituzionali sviluppo per Calabria”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content