Calabria7

Reddito di cittadinanza, esposto M5S contro assessore Robbe

Autonomia differenziata

Dura presa di posizione del deputato del Movimento 5 Stelle, Giuseppe d’Ippolito, contro l’assessore al Lavoro della Regione Calabria, Angela Robbe.

La questione riguarda il tanto discusso Reddito di cittadinanza. “A breve invierò – scrive d’Ippolito in una nota – un esposto alla Procura di Catanzaro, guidata da Nicola Gratteri, contro l’assessore della Regione Calabria al Lavoro, Angela Robbe, la quale ha imposto al responsabile di un Centro per l’impiego di non intervenire a un’iniziativa pubblica del Movimento 5stelle sull’accesso al Reddito di cittadinanza, che ciononostante si terra’ oggi, sabato 16 febbraio, a Lamezia Terme: alle ore 17,30 al civico 19 di corso Nicotera”.

Il deputato pentastellato, successivamente, attacca lo stesso assessore regionale: “Ne ho le prove. Robbe si è messa di traverso e ha usato la propria carica fuori dalle norme, con prepotenza da Marchese del Grillo. Mi era stato anticipato l’invio dell’autorizzazione da parte dell’ufficio regionale competente, necessaria perchè il responsabile del Centro per l’impiego contattato spiegasse in sala come funziona il Reddito di cittadinanza. Poi Robbe è entrata in scena per vietarne la partecipazione. Questo e’ il concetto di libertà e democrazia che hanno ai piani alti della Regione Calabria, da cui partono lezioni di etica, antifascismo e tutela dei diritti umani.

Robbe – prosegue il parlamentare – non ha imparato affatto dalla vicenda del governatore Mario Oliverio, indagato per abuso d’ufficio nell’inchiesta Lande desolate e per questo sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora. Dunque l’assessore regionale ha del tutto ignorato che sono separate per legge le funzioni di indirizzo politico-amministrativo, le quali spettano ai governanti, e quelle di gestione amministrativa, proprie degli uffici.

Capisco bene – chiosa d’Ippolito – che in casa Pd, complice di banche assatanate e fautore di riforme che hanno ridotto i lavoratori a precari schiavizzati, e’ intollerabile che il Movimento 5stelle, nato dal basso, abbia mantenuto la promessa, in linea con il Vangelo, di aiutare i più deboli con un provvedimento di enorme portata sociale e civile.

Tuttavia -scrive alla fine il deputato 5stelle- le istituzioni e la politica hanno delle regole, e l’opposizione non si fa, come invece e’ avvenuto, con il boicottaggio, il bavaglio e il divieto illecito, da regime. Forniro’ ulteriori elementi all’opinione pubblica e alla stampa, proprio nel corso dell’appuntamento pomeridiano, a Lamezia Terme, sul Reddito di cittadinanza”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Non si ferma all’alt dei carabinieri, arrestato dopo inseguimento nel Catanzarese

Mirko

Viabilità Catanzaro, da domani si (ri)cambia: nuove indicazioni

Mirko

Omicidio Nigro a Cosenza, inflitte quattro condanne (NOMI)

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content