Calabria7

Reddito di cittadinanza, parte la raccolta firme per abolirlo lanciata da Renzi

Dal 15 giugno Italia Viva raccoglierà le firme per abolire il reddito di cittadinanza. In un post sui social Matteo Renzi scrive: “Vogliamo abolire il reddito di cittadinanza e come previsto dalla legge dal 15 giugno partirà la raccolta ufficiale di firme. Ma vogliamo soprattutto cambiare il mondo del lavoro per i più giovani. Ne parliamo stasera al Talent Garden di Roma e su Radio Leopolda”. “Nonostante la pandemia, la guerra e la crisi energetica, Italia Viva lancia una raccolta firme per togliere il Reddito di cittadinanza ai poveri. I milionari non si toccano, ma chi prende 700 euro al mese va stangato. Il solito Robin Hood al contrario. Il neo-rinascimento italo-arabo secondo i renziani”, replica via Twitter il sottosegretario M5S all’Interno, Carlo Sibilia.

“Lui non sa cosa significhi vivere con 700 euro”

“Il paese è allo stremo, fiaccato da due emergenze senza precedenti, ma per alcuni politici, come Renzi, la soluzione è quella di abolire il reddito di cittadinanza. Non si riesce davvero a comprendere come, a fronte di tutti gli sprechi ad oggi esistenti, si voglia andare a togliere un sostentamento economico essenziale a chi non ha nulla. Spiace constatare poi che questa proposta sia particolarmente gettonata tra quei politici di professione che non hanno lavorato un giorno in vita loro e non possono immaginare cosa significhi vivere con meno di 700 euro al mese”, scrive in una nota il senatore del MoVimento 5 Stelle, Gabriele Lanzi.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Vitalizi, Tallini: “Demonizzati per un incidente”

manfredi

Consiglio provinciale Catanzaro, Amendola (Forza Italia) subentra a Mancuso (Lega)

bruno mirante

Caligiuri in Senato, plauso Abramo

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content