Reggio, intitolate due nuove vie quartiere Archi

Duplice cerimonia d’intitolazione nel cuore di Archi, popoloso quartiere della periferia Nord di Reggio calabria. Le due nuove intitolazioni, la 63esima e la 64esima frutto del lavoro della Commissione Toponomastica comunale, hanno riguardato piazzetta dei Cittadini pensanti e via Anna Maria Fiorelli Lapini, fondatrice della Congregazione delle suore Stimmatine, o le Povere Figlie delle Sacre Stimmate di San Francesco d’Assisi. Le due assi viarie delimitano lo spazio in cui sorge il centro civico dedicato a Peppino Impastato, curato da anni appunto dalle suore Stimmatine dell’associazione Il seme della speranza; due arterie a ridosso del torrente Scaccioti in questo modo sottratte all’anonimato. Giornata di festa con tante famiglie e una nutrita rappresentanza di scout e associazioni, dopo la benedizione da parte del parroco della chiesa della Madonna Santissima del Carmelo, don Domenico Seminara. I giovani allievi del coro della scuola media Klearchos dell’Ic Falcomatà – Archi hanno intonato l’ Inno di Mameli; nei loro interventi suor maria Grazia, vicaria generale delle Stimmatine , suor Maria Stella, suor Maria Laura e poi Caterina Solendo, in rappresentanza dei residenti ‘storici’ della zona, hanno ricordato i grandi problemi affrontati senza mai lasciare spazio allo scoramento, non senza tracciare nell’occasione il nobile profilo della venerabile Anna Maria Fiorelli Lapini.

“Cinque o sei anni fa, quando nessuno di voi era nato, neanche questo luogo era nato – ricorda il sindaco della città, Giuseppe  Falcomatà, rivolgendosi ai bambini che affollavano il cortile della struttura – voi siete nati perché mamma e papà vi hanno desiderato tantissimo. E anche questo luogo ha una mamma, anzi due, suor Elvira e suor Italia. Se non ci fossero state loro e tutti i ‘cittadini pensanti’ di questo quartiere, ben difficilmente ci ritroveremmo qui, in un posto in cui fino al gennaio del 2016 c’erano solo travi, sterpaglie e detriti. Per anni, le attività al servizio di bambini e famiglie sono state svolte in quel container colorato che vedete. Noi l’abbiamo lasciato qui, perché uno spazio funzionale è sempre utile, ma soprattutto per non dimenticare mai da dove veniamo, la strada percorsa e che, anche in un quartiere che indubbiamente ha tantissimi problemi, si può piantare il seme della speranza e possono nascere frutti belli e importanti”.

“Cinque o sei anni fa, quando nessuno di voi era nato, neanche questo luogo era nato – ricorda il sindaco della città, Giuseppe  Falcomatà, rivolgendosi ai bambini che affollavano il cortile della struttura – voi siete nati perché mamma e papà vi hanno desiderato tantissimo. E anche questo luogo ha una mamma, anzi due, suor Elvira e suor Italia. Se non ci fossero state loro e tutti i ‘cittadini pensanti’ di questo quartiere, ben difficilmente ci ritroveremmo qui, in un posto in cui fino al gennaio del 2016 c’erano solo travi, sterpaglie e detriti. Per anni, le attività al servizio di bambini e famiglie sono state svolte in quel container colorato che vedete. Noi l’abbiamo lasciato qui, perché uno spazio funzionale è sempre utile, ma soprattutto per non dimenticare mai da dove veniamo, la strada percorsa e che, anche in un quartiere che indubbiamente ha tantissimi problemi, si può piantare il seme della speranza e possono nascere frutti belli e importanti”.

Il sindaco ha anche ricordato le opere sul territorio, dal campo da calcio al nuovo Centro civico: “Lo sappiamo, si può e si deve fare molto di più. È sempre in questo spirito che, a fine mese, apriremo la palestra di Archi: ci si giocherà a pallacanestro, a pallavolo, sarà un punto di riferimento anche per la scuola”. A margine della manifestazione, il sindaco ha effettuato insieme ai cittadini un sopralluogo alle case popolari Aterp, segnalando agli uffici dell’ente le problematiche riscontrate per un intervento.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved