Calabria7

Regionali, il “totonomi” continua: spuntano anche Fiorita e Alecci

di Bruno Mirante – Il futuro della politica calabrese passa per i tavoli romani tra incontri ufficiali e altri ufficiosi, riunioni in presenza e in via telematica. Nel centrodestra, il primo step di confronti tra Antonio Tajani, Giorgia Meloni e Matteo Salvini ha evidenziato quanto il destino delle elezioni regionali calabresi sia da legare indissolubilmente alle elezioni amministrative del 2021 e più in generale agli equilibri interni ai tre partiti che compongono la coalizione.

Centrodestra, il pallino resta in mano a Forza Italia

A prescindere dalle decisioni spartitorie che verranno, l’unica certezza è che dal Pollino alla Stretto sarà ancora Forza Italia a tenere in mano il pallino per l’individuazione del candidato a presidente. E’, infatti, in particolare la parte cosentina del partito a rivendicare “continuità” con l’amministrazione Santelli: i nomi più quotati restano quelli dell’assessore all’Agricoltura Gianluca Gallo e del vicepresidente dei deputati forzisti Roberto Occhiuto, fratello del sindaco di Cosenza, Mario. Dalle altre province calabresi, infatti, l’unico a guardare con smisurato interesse ad una eventuale investitura è sempre il sindaco del capoluogo Sergio Abramo che gode del gradimento di Matteo Salvini.

Centrosinistra, si guarda la civismo: spunta Fiorita

Ma è nel centrosinistra che si registrano i movimenti maggiori. La segreteria nazionale del Pd è impegnata per lo più in una attività di “screening” dei profili dei papabili candidati alla presidenza.  Il Nazareno, in questi giorni,  ha visto la presenza di molti esponenti del Pd calabrese e i nomi che circolano nei corridoi del quartier generale dei democrat sono quelli del “campione di preferenze” Nicola Irto e del deputato Antonio Viscomi, già vicepresidente della Giunta Oliverio. Le trattative sono ancora agli albori ma il nome del docente di diritto del lavoro, secondo i bene informati, potrebbe essere funzionale ad un’altra operazione politica, quella che aprirebbe il partito a una proposta civica per molti versi “differente” dall’antipolitica targata Carlo Tansi e Tesoro di Calabria. Viscomi, infatti,  guarderebbe con favore una eventuale investitura del docente universitario e leader del movimento “Cambiavento”, Nicola Fiorita. Accanto al nome del già candidato a sindaco del capoluogo, circola anche quello di un giovane e apprezzato amministratore iscritto al partito di Zingaretti: il sindaco di Soverato Ernesto Alecci.

Movimento 5 Stelle, c’è chi pensa a Morra

Nel Movimento 5 Stelle resta valida l’intenzione di correre insieme al centrosinistra e c’è chi guarda al profilo del presidente della Commissione parlamentare Antimafia Nicola Morra come quello giusto per trovare la “sintesi” con il Partito democratico.

LEGGI ANCHE | Regionali, partono le “grandi manovre”: tentazione Tansi per il centrosinistra e a destra Gallo
LEGGI ANCHE | Regionali, Tansi sceglie il silenzio elettorale e frena le fughe in avanti
LEGGI ANCHE | Verso le Regionali, Polimeni rompe con Tansi “15 giorni per dire no al Pd?”

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, Tallini: “Comune a spinta leghista? E’ spinta trasformista” (VIDEO)

manfredi

Coronavirus, salgono a quattro i casi positivi a Girifalco

Antonio Battaglia

Avvocatura Regionale, Borgo coordinatore ad interim

Giovanni Caglioti
Click to Hide Advanced Floating Content