Regionali, imminente la rovinosa caduta di qualche Icaro del centrodestra

elezioni regionali

di Danilo Colacino – Attenzione, chi pensa che le sempre più imminenti Regionali potranno essere influenzate dal conflitto tutto interno al centrodestra – non solo catanzarese, ma anche cosentino – rischia di commettere un grosso errore.

Perché, vada come vada, gli spostamenti di voti provocati da questa faida (politicamente parlando, s’intende e ci mancherebbe altro) saranno comunque compresi nell’alveo della coalizione. Detto ciò, però, lo schieramento azzurro-verde (licenza cromatica!) sta correndo il serio rischio, pur risultando vincente il 26 gennaio, di assomigliare moltissimo a una realtà caratterizzata da una ‘guerra tra bande’.

Perché, vada come vada, gli spostamenti di voti provocati da questa faida (politicamente parlando, s’intende e ci mancherebbe altro) saranno comunque compresi nell’alveo della coalizione. Detto ciò, però, lo schieramento azzurro-verde (licenza cromatica!) sta correndo il serio rischio, pur risultando vincente il 26 gennaio, di assomigliare moltissimo a una realtà caratterizzata da una ‘guerra tra bande’.

E questo perché il primo degli eletti nelle fila del centrodestra nel capoluogo, nell’ambito del Collegio Centro che comprende come noto anche Crotone e Vibo e rispettive province, sarà l’emblema della leadership locale.

E la delicata partita si gioca come ovvio fra Mimmo Tallini (capo indiscusso di Forza Italia), Baldo Esposito (espressione sul territorio del gruppo gentilian-aielliano) e Filippo Mancuso (alfiere del riscatto abramiano dopo la mancata candidatura a governatore di quest’ultimo).

Davvero un bel guaio, considerato che se tra le fazioni pro Aiello e Abramo, pur correndo ognun per sé, la divisione è solo momentanea mentre con l’area pro Tallini la faccenda si complica. E parecchio.

Passi, infatti, per Esposito e il suo entourage, ma come può un sindaco forzista (solo sulla carta, sia chiaro) votare, e far votare soprattutto, un aspirante consigliere della Lega? Un quesito di cui il coordinatore provinciale del partito del Cav, guarda caso lo stesso Tallini, avrebbe fatto notare e non certo con un sorriso e una pacca sulle spalle al diretto interessato. Conseguenza? Quanto iniziato un anno fa, prosegue: un muro contro muro di grande asprezza.

E stavolta la pace sembra ancor più lontana. Malgrado l’eventuale successo, insomma, indietro non si torna. E se Abramo (pardon Mancuso) non ottiene più consensi, anche a Palazzo De Nobili si ballerà.

Forse persino fino all’extrema ratio (una ‘caduta’ assai difficile per l’istinto di conservazione di tanti consiglieri ‘peones’, ma affatto impossibile).

Fantapolitica, questo è quanto diranno in coro dopo averci letto. Peccato, tuttavia, che tra i medesimi consiglieri comunali dei vari gruppi si segnalino vari interessanti posizionamenti assai diversi dagli ordini di scuderia.

Fantapolitica pure questa? Può darsi. Solo che stavolta la resa dei conti è vicina, vicinissima, e allora le chiacchiere e le ipocrisie, tipiche del settore per così dire, staranno a zero. Nulla, infatti, sarà come prima, affermazione o disfatta che sia non ci saranno unguenti miracolosi.

Anzi, c’è chi ne approfitterà per cospargere di sale le ferite e chiudere un conto aperto ormai dall’estate del 2018, quando qualche Icaro locale iniziò a volare troppo vicino al sole con ali di cera.

Una mossa azzardata che potrebbe provocargli uno schianto al suolo di proporzioni devastanti già dalla prossima fine mese.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved