Calabria7

Regionali in Calabria, Spirlì: “Pronti per il voto 3 e 4 ottobre”

Regionali in Calabria

“Se sarà il 3 e 4 ottobre noi siamo pronti”. Lo ha detto il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, parlando con i giornalisti a margine di una conferenza stampa nella sede della Giunta a Catanzaro, con riferimento alla data delle prossime elezioni regionali. “Se ci fanno finalmente il decreto – ha sostenuto Spirlì – si voterà il 3 e 4 ottobre, appena noi avremo la conferma del decreto del governo faremo subito il giro che bisogna fare in questi casi: sentirò il presidente del Consiglio regionale e il presidente della Corte d’appello di Catanzaro, il dottor Introcaso, e poi cominciare l’iter di preparazione. Se sarà il 3 e 4 ottobre noi saremo pronti”.

“Auguro al consigliere Paris di riuscire a provare la sua assoluta innocenza, ma in questo momento è indagato, non condannato”, ha aggiunto il presidente facente funzioni della Regione commentando l’inchiesta della Guardia di finanza di Reggio Calabria sugli appalti nella Sanità in cui è coinvolto il consigliere regionale Nicola Paris, eletto nel 2020 nella coalizione di centrodestra.

“Attualmente è indagato, non condannato”

“Sono ancora una volta addolorato – ha sostenuto Spirlì – per quello che accade, ogni volta che c’è una persona che conosco. Peraltro, il consigliere in causa in questo momento è persona che ho incontrato in questo anno e mezzo, per cui voglio sperare che per lui ci sia la possibilità di provare assolutamente la sua innocenza. Nello stesso tempo ritengo che il lavoro della magistratura ci stia dando una grande mano. Ripeto, sono dispiaciuto e addolorato ogni volta che ci sono padri o madri di famiglia arrestati, ma nello stesso tempo – ha aggiunto il presidente – sono convinto che se la magistratura non è libera di lavorare in questo modo la verità non la troveremo mai”.

“Auguro al consigliere Paris – ha concluso Spirlì – di riuscire a provare la sua assoluta innocenza, ma in questo momento è indagato, non condannato. Prego di ricordare a tutti, tramite i vostri mezzi di comunicazione, che la cosa più importante è di non avere mai né pregiudizi nei confronti di nessuno né condannare chi non è ancora condannato, perché abbiamo bisogno di pacificazione”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Caso Villa Torano, M5S: “Confidiamo nell’intervento della magistratura”

Andrea Marino

Doppia preferenza di genere, il ministro Bonetti: La Calabria approvi la legge”

bruno mirante

Riapertura scuole a Lamezia, D’Ippolito attacca il sindaco Mascaro

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content