Calabria7

Regionali, Robbe (Pd): “In campo per creare una regione normale”

“Rendere la Calabria una regione normale, con il protagonismo di tutti”.

E’ questo l’obiettivo di Angela Robbe, candidata al Consiglio regionale nella lista del Pd nella circoscrizione centro. Robbe, già presidente di Legacoop Calabria e già assessore regionale al Lavoro nell’ultima Giunta, ha presentato oggi, a Catanzaro, la sua candidatura in un’iniziativa alla quale ha partecipato anche il deputato democrat, Antonio Viscomi. “Le ragioni della mia candidatura – ha detto Robbe – sono legate alla mia esperienza, nella quale ho potuto constatare che possiamo cambiare la Calabria. Abbiamo iniziato un lavoro. Questo va portato avanti perché davvero possiamo diventare una regione in cui si sta bene. In cui si viene e non si va, in cui siamo contenti di vivere, una regione che diventi attrattiva.

Gli obiettivi sono quelli di rendere normale la Calabria, renderla una terra trasparente, renderla una terra in cui le opportunità sono per tutti e non per pochi, una terra in cui i diritti sono esigili e non elargiti. E possiamo raggiungerli con il metodo della trasparenza, con un lavoro sodo, costruttivo, costante, collaborativo, perché c’è bisogno di tutti. Tutti possiamo e dobbiamo contribuire a cambiare la Calabria: io vengo da un’esperienza di cooperazione, e credo che solo con il protagonismo di tutti si possa cambiare la regione. Possiamo farlo insieme. Il candidato presidente ha dimostrato di vole mantenere il punto sulla legalità come base su cui costruire una Calabria nuova: noi ci siamo e possiamo davvero a fare molto”.

Secondo Robbe, inoltre, “abbiamo bisogno di continuità e di un periodo che ci dia la possibilità di strutturare gli interventi in un tempo che ci consenta di vedere i risultati.

Quello che ho fatto in 18 mesi è stato tanto rispetto al periodo a disposizione, questo vuol dire che davvero lavorando sodo e con gli altri, e lavorando in sintonia, possiamo diventare una bella regione”. La Robbe ha infine osservato: “C’è speranza perché noto che la gente vuole parlare. La gente ha bisogno di essere ascoltata e capita nei bisogni essenziali. Io questo l’ho sempre fatto. Vengo da un mondo in cui si parla moltissimo e le decisioni si prendono insieme. E da un’esperienza alla Regione in cui la mia porta non è mai stata chiusa.

Questo mi ha aiutato non solo ad andare avanti nelle cose che ho intrapreso, ma anche di migliorarle facendole, passo dopo passo. Quindi, c’è la speranza di potercela fare, c’è l’opportunità, bisogna fare una campagna elettorale tra le persone e tra la gente: i calabresi non ci stanno chiedendo di demandare le responsabilità, ci stanno chiedendo un’assunzione di responsabilità da parte nostra ma anche – ha concluso Robbe – una partecipazione attiva da parte loro”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Barbuto (M5S): Ryanair abbandona passeggeri in Calabria

manfredi

Tribunale Catanzaro, sistema condizionamento. Bosco: risolvere problema

manfredi

“Il tutto si mangia Giovino e cancella il nostro futuro”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content