Calabria7

Regionali, salta l’interpartitica e Tansi rompe definitivamente col centrosinistra

Ballottaggio Cosenza

di Bruno Mirante – La presenza di Carlo Tansi alla riunione del “centrosinistra allargato” in programma questa sera era prevista. Solo l’individuazione di nome dall’alto profilo etico e morale avrebbe fatto desistere il geologo dalla tentazione di rompere con la “grande coalizione” per avviarsi verso una candidatura “personale” sostenuta da movimenti civici. Ma la riunione virtuale di questa sera è stata rinviata data l’impossibilità da parte dei parlamentari 5 stelle di partecipare ai lavori a causa del protrarsi della discussione a Montecitorio sulla legge di Bilancio. Motivazioni (documentabili) che, evidentemente, non hanno convinto Tansi, desideroso di chiudere al più presto la partita.

“Sono stato informato che la riunione del tavolo del centrosinistra fissata per stasera allo scopo di definire il nome del candidato alla presidenza della Regione di una eventuale coalizione, è stata rinviata. Pertanto il termine temporale di 72 ore, concordato all’unanimità nella riunione di venerdì scorso, risulta di fatto superato senza nessun plausibile motivo”. Scrive, in un comunicato, il leader di “Tesoro Calabria” . “Con rammarico, prendo atto – prosegue Tansi –  che gli impegni presi sono stati disattesi e, coerentemente con le indicazioni degli esponenti del movimento civico Tesoro Calabria, condivisi da quanti si sono posti al mio fianco per sostenere una battaglia elettorale finalizzata a cercare di vincere le elezioni del prossimo 14 febbraio, sono costretto ad abbandonare il “tavolo della trattativa”, a cui avevo aderito al solo scopo di trovare una soluzione unitaria, per l’attuazione di un programma di governo della Regione, realmente e integralmente innovativo. Evidentemente devo constatare – incalza il geologo –  che le formazioni politiche che mi hanno invitato, in 4 giorni e dopo la prima settimana dall’inizio della fase di campagna elettorale, non sono stati in grado di proporre né un programma integrativo a quello proposto da Tesoro Calabria, né il nome di un candidato alla presidenza che, al posto mio, fosse in grado, per volontà politica, di sostenerne la coraggiosa realizzazione, contro i legacci di stampo clientelare, gli accordi trasversali e la lotta alla malavita organizzata”.
“Circondato e spinto da tante persone libere e perbene, che credono con me che anche in Calabria si può cambiare, – conclude Tansi –  continuerò la mia sfida elettorale, con le tre liste civiche già presentate e altre due in fase di presentazione a supporto della mia candidatura a presidente, e con tutte le forze civiche che si vorranno aggregare. Sono convinto che – come già è accaduto a Crotone – vinceremo contro una classe politica calabrese oramai vecchia e maleodorante di cui i calabresi hanno le tasche piene”.

LEGGI ANCHE| Regionali, ore decisive per la scelta del candidato del centrosinistra allargato (NOMI)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Calcio, la Calabria intera festeggia il successo di suo figlio “Ringhio”

Antonio Battaglia

Terremoto a largo della Calabria: sisma di magnitudo 4.2

manfredi

Catanzaro, Levato contro Granato: “Cosa ha fatto per la città?”

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content