Calabria7

Regione Calabria, la richiesta diffusa è: “Oliverio go home!”

di Danilo Colacino – ‘Oliverio go home!’ Sono in molti, soprattutto dopo la ‘retata’ di due giorni fa nell’ambito dell’operazione Libro Nero a carico di parecchi noti esponenti della politica reggina e non solo, a rivolgere quest’invocazione al diretto interessato o comunque ad auspicare che, come si dice in casi del genere, venga staccata la spina. Ed in effetti come se già non fosse bastato quanto successo in passato, fra scossoni d’ogni genere anche di carattere giudiziario, ecco la mina esplosa fra i piedi di un pezzo di classe dirigente, al momento solo accusata (è bene precisarlo in ossequio alla presunzione di innocenza valida per ogni cittadino in base alla Costituzione) di contiguità con la ‘ndrangheta. Un affaire di una certa gravità. Prima di tutto un fenomeno inquietante, anche se ancora da acclarare, che getta una luce sinistra su una serie di uomini di potere calabresi della nuova e della vecchia gestione, per così dire.

Lo strenuo tentativo di difesa dell’attuale governatore. Il presidente Oliverio dice che lui la mafia l’ha sempre combattuta e, fino a prova del contrario, bisogna credergli, senza se e senza ma. Il dato che si deve trarre dalla situazione in corso è però politico. La sua Giunta sembra da tempo essere arrivata al capolinea. ‘Grasso che cola’ o prodigio, quindi, se in queste condizioni dovesse riuscire ad arrivare alla scadenza naturale della legislatura fissata per fine novembre, figuriamoci pensare – come da più parti si era ipotizzato – di tirare avanti oltre, addirittura fino all’inizio dell’anno venturo. Un prolungamento del lavoro del Consiglio in carica peraltro allo stato tenuto in piedi da dichiarati accordi trasversali per la diffusissima convenienza di non andare a casa anzitempo di cui, detto francamente, non sembrano essercene i presupposti. Si vedrà, però, attendendo l’inarrestabile evoluzione della delicata faccenda.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

MSI, Scarfone: “Anche a Catanzaro una sanità d’eccellenza”

Mirko

Infrastrutture a Catanzaro, al via i lavori della rotatoria di ponte Nalini (VIDEO)

bruno mirante

Gara nuovo depuratore, Opposizione: “Sia fatta luce su questa brutta storia”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content