Regione, domani l’ennesimo Consiglio fra “delibere” e “macchinazioni”

consiglio regionale Calabria

(D.C.) – Domani ancora una seduta a porte chiuse del consiglio regionale a causa del Coronavirus.

Parecchi, come sempre, gli argomenti che l’assise di Palazzo Campanella dovrà discutere, fra cui alcune variazioni di Bilancio. Ma questa è la parte tecnica, perché a tenere banco c’è ancora e sempre quella politica, come ovvio.

Parecchi, come sempre, gli argomenti che l’assise di Palazzo Campanella dovrà discutere, fra cui alcune variazioni di Bilancio. Ma questa è la parte tecnica, perché a tenere banco c’è ancora e sempre quella politica, come ovvio.

E il nodo gordiano, o almeno uno di questi, resta l’ampliamento del numero e delle competenze delle Commissioni, con relative spese ma pure elargizioni fatte a parecchi scontenti irrequieti, così come anche l’effettuazione del solito ‘giochetto’ delle due distinte maggioranze con una impegnata a fare la fronda all’altra, basandosi sul gradito e talvolta prezioso appoggio di pezzi della minoranza.

Rami e ramoscelli, questi ultimi, di una compagine  che dovrebbe rappresentare, o almeno sulla carta avrebbe dovuto essere, l’opposizione nell’assemblea di via Cardinale Portanova a Reggio.

Pattuglia che, però, considerata la mala parata dopo l’esito delle urne con la botta presa dal centrosinistra stanno flirtando con il centrodestra anti-santelliano allo scopo di indebolire la presidente.

Una Jay Sa che, seppur involontariamente, rischia di tarpare le ali a quei grumi di potere deteriore formatisi nelle varie città della regione, con particolare riguardo a Catanzaro, in cui è da tempo in corso una ‘saldatura’ fra varie anime di un blocco alquanto eterogeneo. 

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Gli sms dell'uomo: "Non ci saranno sempre i carabinieri a proteggerti"
Pubbliredazionale
L'appuntamento è nato dalla collaborazione con il Gruppo Coscia. Sarà l'occasione per ammirare le nuove collezioni del prestigioso marchio
Le forze dell’ordine hanno scoperto che si trattava di un 37enne che era ai domiciliari
Nessun arresto, non trattandosi di flagranza di reato, ma la posizione dei due intercettati in Calabria è al vaglio degli inquirenti
"Ogni anno attraversano lo stretto 10 milioni di passeggeri. Con un ponte tutto questo non avrà un vantaggio sotto il profilo ambientale?"
L'orario era stato fissato alle 4 di mattina, ma i dati riportati nel decreto dicono altro
"Ai giovani dico di restare in Calabria, ma il percorso è duro. Bisogna seguire a qualsiasi costo la strada dritta, mai prendere scorciatoie"
Ehi Rama a Lungro: "È molto importante imparare la vostra storia e la vostra esperienza"
Coinvolti anche alcuni camici bianchi dell’ospedale di Melito Porto Salvo. Nelle scorse settimane erano già state emesse 11 misure cautelari
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved