Calabria7

Renzi show a Diamante: “Spero che Occhiuto faccia bene. Forza Italia è un’ancora di civiltà”

Roberto Occhiuto non ha vinto, ha “stravinto”. Quindi “in bocca al lupo a lui”. E “tutti i calabresi, quelli che lo hanno votato e quelli che non lo hanno votato, non possono che fare il tifo perché lui lavori bene. Io spero che faccia bene”. Matteo Renzi, ospite di un gongolante Ernesto Magorno a Diamante, presentando il suo libro, “Controcorrente”, ne ha praticamente per tutti, ma sorvola abilmente sul parziale disimpegno (e sulle divisioni) di Italia Viva alle elezioni regionali calabresi.

Alla larga dalle divisioni calabresi

De due senatori calabresi del suo partito, uno (Magorno) prima si è candidato alla Presidenza, poi si è ritirato e ha sempre guardato con favore più al centrodestra che al Pd. Lo stesso Pd che ha candidato Amalia Bruni, nelle cui liste c’era anche una rappresentanza dei renziani più vicini all’altra senatrice (Silvia Vono) che assieme si socialisti non hanno raggiunto neanche l’1%. Tenendosi alla larga da queste vicende, Renzi rivendica di aver “bloccato prima Salvini e poi Conte”, pronostica per il 2022 “la scomparsa dei 5 stelle” e rivolge un “pensiero affettuoso alla memoria di Jole Santelli”.

Le lodi a Forza Italia e le critiche a Salvini e Conte

Quindi si produce in una lode di Forza Italia, di cui lo stesso Occhiuto è “un importante dirigente politico”. Renzi dice che con i forzisti ha “combattuto per una vita ma ora, avendo nel panorama politico Meloni, Salvini e grillini, Forza Italia è un’ancora di civiltà, è un partito europeista, è nel Ppe”. Silvio Berlusconi, di cui accenna anche l’imitazione, rispetto a Salvini “è un mostro di serietà”. Salvini “una volta è per l’Europa e una volta è contro, era nei comunisti padani e ora è con Casa Pound”. Conte invece è “un ottimo influencer ma non è considerato un dirigente politico”.

s. p.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Pallamano Crotone, sconfitta contro la Fidelis Andria

Matteo Brancati

Servizi online: nuovi seminari Arpacal a Cosenza e Reggio

Matteo Brancati

Giunta regionale, Occhiuto: “Gli assessori? Penso prima ai dirigenti”

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content