Calabria7

Riace, tegola sul nuovo sindaco Trifoli: rischia di dover rinunciare alla carica

Antonio Trifoli, eletto lo scorso mese di maggio come primo cittadino di Riace in una lista civica vicino alla Lega, rischia di dover rinunciare alla carica. Il motivo? L’articolo 60 della D.Lgs. 18.08.2000, n. 267 relativo al Testo Unico degli Enti Locali. Tale normativa, infatti, blocca l’eleggibilità alla carica di sindaco  di tutte le figure che hanno rapporti di collaborazione subordinata con le amministrazioni pubbliche. Tra questi rientrano anche i dipendenti del Comune e della Provincia».

Secondo quanto riporta Repubblica, Antonio Trifoli, era sotto contratto (a tempo determinato) con il Comune di Riace come dipendente comunale con il ruolo agente di polizia municipale. La giunta del piccolo comune del Reggino, con delibera n. 28 del 26 aprile 2019, aveva concesso a Trifoli l’aspettativa, ovviamente non retribuita, nel periodo compreso tra il 27 aprile al 31 maggio 2019, proprio per permettere la sua candidatura a primo cittadino. Tuttavia, Trifoli, eletto con il 41% delle preferenze, non avrebbe potuto godere dell’aspettativa in quanto concessa solo ai dipendenti pubblici a tempo indeterminato.

Per Riace, dunque, una nuova tegola dopo i guai giudiziari dell’ex primo cittadino Mimmo Lucano. E il rischio di rimanere nuovamente senza sindaco è reale.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Aeroporto Reggio, Speziali (IM): “Ok stanziamenti, ma investire anche su scalo Lamezia”

Matteo Brancati

Serie C, ecco il vero Catanzaro. Vibonese e Reggina da applausi, incubo Rende

Antonio Battaglia

Convegno Officine del Sud, Occhiuto e la forza dei nervi distesi: Noi andiamo avanti

Danilo Colacino
Click to Hide Advanced Floating Content