Calabria7

Rianimazione in sala parto, incontro formativo a Catanzaro con manichino interattivo

di Danilo Colacino – Tecniche di rianimazione pediatrica per salvare neonati, impedendo così che il “giorno della nascita coincida con quello della morte”. Frase molto efficace che sembra un mantra per gli specialisti coinvolti in un progetto ad hoc varato dalla Società italiana di Neonatologia (Sin). Che ieri e oggi, a Catanzaro, si è sostanziato nel corso di formazione residenziale in ‘Rianimazione in sala parto per esecutori’ organizzato dall’unità operativa complessa di Patologia e Terapia intensiva neonatale dell’Aopc diretto da Maria Lucente. Un seminario svoltosi nella sala multimediale del Pugliese. Davvero nefasto, oltreché inaccettabile, appare scomparire il frangente immediatamente successivo a quello in cui si è venuti al mondo. Ma il pericolo che un simile evento tragico si verifichi non è affatto remoto. Almeno non quanto si pensi comunemente. Ecco perché serve personale sanitario molto qualificato per affrontare ogni possibile emergenza. Professionisti capaci di scongiurare il peggio grazie all’acquisizione di metodiche di intervento, rese ancor più efficaci da un lavoro d’equipe.

Sala parto virtuale

Un’attività coordinata che parte dalla formazione. Identica per tutti i partecipanti al corso a cura del Sin, ma come ovvio anche differenziata in base ai diversi ruoli e funzioni, di medici, infermieri e altre figure preposte all’assistenza. Accanto all’aula di studio e apprendimento, per così definirla, un manichino interattivo – ad ‘alta fedeltà’ – che riproduce le caratteristiche anatomiche di un bambino, costantemente monitorato. E di cui si possono non solo conoscere, ma anche (ri)elaborare in tempo reale, i parametri vitali attraverso l’ausilio di uno speciale computer collegato. Una sorta di sala parto virtuale, dunque, dove i clinici si esercitano più volte a… rischio zero, non essendoci alcuna vera emergenza. E ‘ripassano’ pure pratica e teoria del delicatissimo intervento spettante ai rianimatori, soprattutto di bimbi appena partoriti. Un modo utile per creare il giusto affiatamento fra i componenti dei vari team. Fra i relatori e i responsabili del seminario, oltre alla citata Lucente, anche Alessandro Arco e Giuseppe De Bernardo del Sin e il tecnico Massimiliano Bernava.

© Riproduzione riservata.
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content