Calabria7

Riapertura scuole, Spirlì: “Lavoriamo a una nuova ordinanza” (VIDEO)

spirlì

“Oggi lavoreremo per un’ordinanza importante che prevede la didattica integrata, ovvero la possibilità per i nostri ragazzi di poter seguire le lezioni sia in presenza, sia a distanza. Stiamo cercando di capire fino a quali classi ci possiamo spingere. Certamente valuteremo tutte le possibilità in modo tale che non ci siano problemi.” Queste le parole del presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, durante una diretta Facebook.

“I contagi potrebbero risalire del 25%”

“Il diritto alla scuola e allo studio è sacrosanto. Ho cercato – continua il presidente – di rimanere in mezzo tra le esigenze delle famiglie, dei ragazzi, degli insegnanti e tra le pretese del ministro Azzolina che, per giustificare quell’effluvio di euro che sono stati spesi per i banchi a rotelle, ha spaccato l’unità degli italiani riguardo la tutela della salute dei nostri giovani, bambini, personale scolastico. Si è parlato tanto della necessità di far rientrare in aula i ragazzi, senza riflettere sul fatto che siamo in piena pandemia. Un esime professore, Massimo Galli, tra i vari che affianca il governo stesso, ribadisce che con la riapertura delle scuole, i contagi risaliranno quasi del 25%”

La Calabria è da zona gialla

“La tutela della salute  dei nostri ragazzi – ribadisce Spirlì – non è un giochino o un braccio di ferro tra la Regione e il tribunale, tra il presidente e le forze politiche avverse, o tra i genitori favorevoli e quelli contrari alla didattica a distanza. Smettiamola.” “Siamo – prosegue il presidente – con l’Rt sotto 1, e se siamo con l’Rt sotto 1 solo una follia di questo governo morente, anzi di questo governo morto-morente visto che non c’è più ma c’è ancora, ci potrebbe lasciare in aziona arancione, perché noi potremmo essere tranquillamente in zona gialla”. “Prendiamocelo questo merito, siamo in zona gialla – ha proseguito Spirlì – perché abbiamo tenuto i ragazzi a casa, perché quelle centinaia di migliaia di studenti non sono andati in giro per la Calabria, perché se fosse stato per noi adulti, con le feste per il maiale, le feste per il cinghiale, con i compleanni, con i veglioni nascosti, con le feste natalizie comunque celebrate avremmo messo molto di più a repentaglio la salute nostra. Chissà se il ministro oggi prende atto che il nostro Rt è sotto l’1 – dovrebbe essere più o meno 0,7 –  grazie al buon comportamento dei tanti calabresi nonostante qualcuno continua a commettere l’errore di sottovalutare questo virus. Noi – ha concluso il presidente facente funzioni della Regione Calabria –  non lo sottovalutiamo”.

GUARDA IL VIDEO

 

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Anas, lavori di manutenzione nel Catanzarese e nel Reggino

Andrea Marino

“Voto Sardegna metta a tacere chi vuole accordo Lega-M5S in Calabria”

manfredi

Covid ed economia, Celia: “Uno shock senza precedenti” (VIDEO)

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content