Riciclaggio di auto rubate, scatta la misura cautelare per un uomo nel Vibonese. Sigilli a una società (VIDEO)

Tra gli indagati è presente anche il titolare di una officina, il quale si sarebbe adoperato per rimuovere delle serigrafie presenti su un furgone

Gli agenti della Squadra Mobile di Vibo Valentia – coadiuvati da operatori del Commissariato di Polizia di Serra San Bruno, della Sezione Polizia Stradale di Vibo Valentia e del locale Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica – hanno dato esecuzione alla misura cautelare dell’obbligo di dimora con obbligo di permanenza notturna a carico di un uomo, nonché al sequestro preventivo di una società dedita alla rivendita di autovetture e soccorso stradale.

Riciclaggio di un’auto e un furgone

Riciclaggio di un’auto e un furgone

Lo stesso risulta indagato, in concorso con altre due persone, per il reato di riciclaggio di una autovettura e un furgone, provento di furto commesso fuori dalla provincia vibonese. I veicoli, secondo l’accusa, erano stati sottoposti a modifiche e alterazioni tesi a cambiarne i segni identificativi, così da nascondere la provenienza illecita del mezzo e reintrodurlo nel mercato legale. Gli approfondimenti investigativi esperiti dalla Squadra Mobile, anche con il supporto tecnico della Sezione Polizia Stradale di Vibo Valentia, hanno consentito di individuare e identificare i presunti autori delle condotte delittuose.

Indagato anche il titolare di un’officina

Tra gli indagati è presente anche il titolare di una officina, il quale si sarebbe adoperato per rimuovere delle serigrafie presenti sul furgone così da ostacolare la riconducibilità del mezzo a quello oggetto di furto. La Procura della Repubblica ha pertanto richiesto l’adozione di misura cautelare, oltre che il sequestro preventivo di una società di rivendita e noleggio di autovetture, gestita dai due principali indagati.

Sulla scorta degli elementi probatori raccolti, il gip ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza con contestuale obbligo di permanenza domiciliare notturna nei confronti di uno degli indagati, nonché il sequestro preventivo della società, cui si è dato esecuzione nella mattinata del 5 aprile scorso.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved