Calabria7

Rifiuti speciali abbandonati sull’argine del fiume, denunciato imprenditore

I militari della stazione carabinieri forestale di Acri, in provincia di Cosenza, hanno scoperto in località Macchia dei monaci di Bisignano, presso il depuratore comunale sequestrato, la rimozione dei sigilli e l’abbandono al suolo di rifiuti sull’argine destro del fiume Crati. Nell’area, sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale, sono stati trovati rifiuti speciali che sono stati poi ricondotti ad una ditta del luogo operante nella fabbricazione di porte, finestre e intelaiature. L’area, di circa 200 metri quadrati, è stata sequestrata e il rappresentante legale dell’azienda è stato denunciato per gestione illecita di rifiuti, deturpamento di bellezze naturali e violazione di sigilli.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Lotta alle affissioni abusive, 12 sanzioni nel Catanzarese

Matteo Brancati

Confartigianato, la crisi del wedding in Calabria: 64 matrimoni in meno alla settimana nel 2020

bruno mirante

Piantagione di marijuana nel Vibonese, assolto per non aver commesso il fatto

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content