Calabria7

Rilancio del territorio, siglata intesa tra Confartigianato Turismo Catanzaro e Riviera dei Tramonti

“Il contesto attuale è sicuramente molto delicato, ma il turismo ha da sempre dimostrato una grande attitudine alla resilienza, una grande capacità di riprendersi e di continuare a crescere nel tempo. La comunicazione e il marketing della destinazione turistica “Riviera dei Tramonti” dovranno sicuramente tenere in considerazione i nuovi bisogni del mercato e le sue nuove caratteristiche, occorre sviluppare un approccio diverso e incisivo, incline ai nuovi bisogni evidenziati dai turisti, sicuramente più empatico e meno commerciale. Ciò sarà fondamentale soprattutto per le prime fasi della ripartenza”. Lo scrive in una nota Confartigianato Turismo Catanzaro.

Investire e promuovere

“Strategie di brand protection: non smettere di comunicare, promuovere la “Riviera dei Tramonti” e il suo territorio sono gli obiettivi principali prefissati insieme a  Confartigianato Turismo Catanzaro, partner – tra l’altro – del primo Master italiano sul “Turismo delle Radici”, attraverso il quale sarà possibile sostenere la Riviera in quest’idea di rilancio verso una nuova forma di turismo. Investire, promuovere, sostenere sono alcune delle parole chiave che serviranno a dare nuova linfa dopo l’emergenza sanitaria ancora in corso. Il turismo ad oggi – si legge ancora nella nota – è quello che ha subito le più gravi conseguenze economiche: si è deciso, quindi, di siglare il protocollo d’intesa tra la Riviera dei Tramonti e Confartigianato Turismo Catanzaro, due realtà che offriranno supporto alle attività e al territorio per affrontare questa grande sfida”.

Turismo continua scoperta

“Il turismo diventa una continua scoperta e le possibili destinazioni diventano mondi da esplorare prima a distanza, cercando di raccogliere tutti i dati utili, e poi, una volta fatta la propria scelta, da vivere attraverso un percorso che non faccia sentire le persone vittime dei soliti itinerari triti e ritriti. I turisti oggi sono sempre più stanchi dei “viaggi fotocopia” in cui la priorità è riuscire a visitare le classiche tappe che costituiscono da tempo immemore i cavalli di battaglia di ogni tour operator: il viaggio deve essere un percorso capace di cogliere l’essenza della destinazione scelta. Perché la tecnologia – conclude la nota-  è un grande mezzo ma il contenuto resta poi sempre profondamente umano. E un tramonto è un’indescrivibile emozione da vivere”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Confartigianato Catanzaro: “Doppia beffa per i calabresi”

Mimmo Famularo

Referendum, alle 12 al voto l’8,62% degli aventi diritto. Nel Crotonese il maggiore afflusso

Giovanni Bevacqua

Polizia, sequestrati 450 kg di prodotti alimentari

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content