Calabria7

Rimane chiuso fuori casa per andare alla camera ardente del padre: si arrampica, cade e muore

alessandro-scotti

Un 42enne era appena uscito di casa per andare in ospedale, alla camera ardente del padre morto il giorno prima, quando si è reso conto di essersi chiuso fuori da casa e di avere lasciato le chiavi dentro l’appartamento. Pertanto è tornato indietro, ha chiesto ad un vicino di aprire il portone esterno ed è uscito da una finestra del pianerottolo nel tentativo di raggiungere il balcone al terzo piano del palazzo. Mentre si arrampicava sulla facciata della struttura, però, è precipitato sul manto stradale. Alessandro Scotti è morto questa mattina intorno alle 7 a Formigine, in provincia di Modena, cadendo dal terzo piano della palazzina in cui abitava, ubicata in via 25 Aprile.

La ricostruzione

Alla base della tragedia, secondo i primissimi accertamenti, il fatto che l’uomo si fosse chiuso fuori casa, chiudendo la porta e lasciando le chiavi dentro l’abitazione. Dell’accaduto se ne stanno occupano i Carabinieri locali. Venerdì, l’uomo avrebbe dovuto partecipare al funerale del padre, morto a 75 anni all’ospedale di Baggiovara. Inutile l’intervento del personale sanitario del 118, ogni tentativo di salvargli la vita si è rivelato infatti vano. L’uomo era già morto. Alessandro lascia un figlio di 16 anni.

(Fonte foto: Today)

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, il virologo Crisanti: “Lockdown sotto Natale è nell’ordine delle cose”

Damiana Riverso

Università di Stanford: contagio decine di volte maggiore di quanto si pensi

manfredi

Stermina la famiglia del fratello per una lite su un’eredità: uccisi anche due ragazzi

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content