Calabria7

Rinascita Scott, in 89 ammessi all’abbreviato. Il 27 gennaio in aula bunker a Lamezia

rinascita-scott

Processo con rito abbreviato per 89 imputati, su un totale di 452, coinvolti nella maxi-operazione Rinascita-Scott della Dda di Catanzaro contro i clan del Vibonese, scattata il 19 dicembre 2019. Il gup distrettuale di Catanzaro, Claudio Paris, ha infatti ammesso al processo con rito alternativo 89 imputati accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, tentato omicidio, estorsione, detenzione illegale di armi ed esplosivo, ricettazione e traffico di droga. L’inchiesta, condotta dai carabinieri del Ros di Catanzaro e Roma, oltre al Nucleo Investigativo di Vibo Valentia, ha in particolare disarticolato i clan Mancuso di Limbadi e Nicotera, Lo Bianco di Vibo Valentia, Accorinti di Zungri, Bonavota di Sant’Onofrio, Cracolici di Maierato, Mazzotta di Pizzo, Pardea-Camillò-Macrì di Vibo Valentia, Barbieri di Cessaniti, Fiarè-Gasparro-Razionale di San Gregorio d’Ippona. Diversi i collaboratori di giustizia che hanno permesso di ricostruire anni di azioni criminali: da Andrea Mantella a Raffaele Moscato, da Emanuele Mancuso a Bartolomeo Arena, sino a Michele Camillò e Gaetano Cannatà. L’inchiesta mira anche a fare luce sulle collusioni dei clan con la politica, l’imprenditoria e la pubblica amministrazione. Il rito abbreviato prevede un processo dinanzi al  gup, “allo stato degli atti” ed a porte chiuse, oltre ad uno sconto di pena pari ad un terzo in caso di condanna.

I nomi

Gli ammessi al rito abbreviato sono: Serafino Alessandria, alias Pitta; Bartolomeo Arena; Manuele Michele Baldo; Raffaele Antonio Barba; Luca Belsito; Lucio Belvedere, detto Luciano; Domenico Camillo; Michele Camillò; Gaetano Antonio Cannatà; Paolo Carchedi; Carmelo Cariello; Gianluigi Cavallaro; Carmela Chiarella; Emanuela Chilla; Sapienza Comerci; Francesca Comito; Domenico Cracolici; Carmelo Salvatore D’Andrea, detto “Coscia d’agneiju”; Giovanni Claudio D’Andrea; Pasquale Antonio D’Andrea; Giuseppe De Certo; Fabio De Gaetano; Nicola De Gaetano; Orazio De Stefano; Filippo Di Miceli; Antonio Di Virgilio; Michele Dominello; Matteo Famà; Nicola Fera; Michele Fiorillo, detto “Zarrillo”; Maurizio Fiumara; Nazzareno Franzè detto “Poposcia”; Michele Galati; Cristiano Gallone; Francesco Gallone; Pasquale Gallone; Francesco Gasparro; Gregorio Gasparro; Sergio Gentile; Annunziata Gerace; Francesco Gerace; Gabriele Giardino; Girolamo Giardino; Gregorio Giofrè; Emanuela Gradia; Francesco Iannello; Francesco La Bella; Giuseppe Lo Bianco; Maria Carmelina Lo Bianco; Nicola Lo Bianco; Salvatore Lo Bianco, detto “U gniccu”; Giuseppe Lopreiato; Domenico Macrì, detto “Mommo”; Luciano Macrì; Michele Manco; Emanuele Mancuso; Vincenzo Mantella; Nicolino Mazzeo; Vincenzo Mazzitelli; Francesca Mazzotta; Mariangela Mazzotta; Salvatore Morelli, alias “l’americano”; Rossana Morgese; Salvatore Morgese; Gregorio Niglia, detto “Lollo”; Filippo Orecchio; Emiliano Palamara; Costantino Panetta; Domenico Pardea; Antonio Patania; Rosalba Perfidio; Lorenzo Polimeno; Andrea Prestanicola; Domenico Prestia; Michele Pugliese Carchedi; Vincenzo Alberto Maria Renda; Giovanni Rizzo; Saverio Sacchinelli; Giuseppe Salamò; Fabio Scalamandrè; Giuseppe Scriva; Raffaele Solano; Pasquale Tavella; Salvatore Tulosai; Paolo Vanacore; Francesco Vardè; Giovanni Vecchio; Luigi Vitrò.

Il 27 gennaio in aula bunker a Lamezia

L’udienza per gli abbreviati è stata fissata per il prossimo 27 gennaio nell’aula bunker della Fondazione Terina di Lamezia Terme. Prevista la requisitoria del pm antimafia. Stralciate le posizioni di Leoluca Lo Bianco e Francesco Antonio Pardea che verranno trattate nell’udienza in programma davanti al Tribunale di Catanzaro il 16 dicembre (ore 9.30).

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Auto di un militante della Lega in fiamme, la solidarietà di Saccomanno

Mirko

Urne aperte, si vota. Amministrative in 73 comuni calabresi e referendum per tutti

Maurizio Santoro

Il sindaco Abramo: “Pronta nuova ordinanza. Domani scuole chiuse a Catanzaro”

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content