Calabria7

Rinnovato il contratto degli operai agricoli, aumento del salario del 4,7% in due anni

operai agricoli

Il nuovo contratto collettivo di lavoro degli operai agricoli prevede un aumento nei prossimi due anni del 4,7 per cento. Lo rende noto una nota stampa della Coldiretti che, insieme alle altre organizzazioni datoriali e del sindacato Fai-Cisl, Uila-Uil e Flai-Cgil, lo ha siglato alla vigilia delle raccolte estive. La dinamica salariale concordata prevede una prima tranche di aumento al 1 giugno 2022 del 3%, una seconda al 1 gennaio 2023 dell’1,2% ed una terza al 1 giugno 2023 dello 0,5%. Per Coldiretti, “si tratta di un importante segnale di responsabilità di imprese e lavoratori del settore agricolo nazionale di fronte ad un’emergenza mondiale”.

Il regime di classificazione

Un riconoscimento è stato riservato al versante delle prestazioni di sostegno sociale ai lavoratori erogate dal sistema nazionale della bilateralità, mantenendo comunque gli incrementi salariali nei limiti dell’inflazione reale. Una particolare attenzione è stata prevista per le attività di agriturismo, della vendita diretta e delle fattorie sociali e didattiche, creando le condizioni affinché alla contrattazione provinciale sia data la possibilità di prevedere forme aggiuntive di flessibilità. Rivisto anche il regime di classificazione degli operai florovivaisti, con l’inserimento di nuovi e importanti profili professionali e l’integrazione di figure già esistenti che necessitavano di un aggiornamento.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Assistenza anziani, protestano dipendenti clinica nel Cosentino

Mirko

Rincaro bollette, i faretti Led un rimedio per ridurre i costi

Anita Chiarelli

“Benessere Calabria”, dalla Regione 390mila euro per gli impianti termali

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content