Rischio scontri tra tifosi durante il viaggio verso Palermo, divieto di trasferta per i reggini

Palermo-Reggina evento “connotato da elevati profili di rischio in considerazione dell’accesa rivalità sussistente tra le due tifoserie delle due città"
L’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, dopo una serie di approfondite valutazioni, ha chiesto al Prefetto di Palermo di vietare la vendita dei biglietti di Palermo-Reggina ai residenti della provincia di Reggio Calabria. Si va, quindi, verso il divieto della trasferta per i tifosi della Reggina in vista del big match in programma per domenica al Barbera, dove la squadra di Inzaghi con ogni probabilità giocherà senza il proprio pubblico che fin qui è stato sempre presente in modo massiccio in tutte le trasferte, persino le più insidiose geograficamente come Bolzano, lontana oltre 1.200 chilometri da Reggio Calabria.

Palermo-Reggina un evento “connotato da elevati profili di rischio”

Nella determinazione dell’Osservatorio si legge che Palermo-Reggina è un evento “connotato da elevati profili di rischio in considerazione dell’accesa rivalità sussistente tra le due tifoserie delle due città, sfociata anche nella gara di andata del 3 settembre 2022 in episodi di violenza”. Secondo l’Osservatirio c’è anche un ulteriore elemento di criticità “riconducibile alla possibile concomitanza, presso gli imbarcaderi di Messina e Villa San Giovanni, del transito dei tifosi reggini verso Palermo e di quelli del Catania, diretti a Castrovillari per assistere all’incontro di serie D Castrovillari-Catania“. A breve, quindi, è attesa l’ordinanza del Prefetto di Palermo che vieterà la trasferta ai tifosi amaranto proprio alla luce dei rilievi dell’osservatorio.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Vittime dell'ennesimo raggiro online due fratelli di 42 e 40 anni, entrambi liberi professionisti
Gli alunni sono stati condotti attraverso un percorso conoscitivo delle prerogative e dei compiti dell’Arma dei carabinieri, affrontando varie tematiche con i militari presenti
A giudizio della vicesindaco Giusy Iemma, "è fondamentale prendere sempre più consapevolezza delle reali dimensioni di questa malattia"
Il giovane era passato probabilmente per prendere una pizza, prima di rientrare a casa. Qui si sarebbe improvvisamente sentito male, accasciandosi a terra
Quattro sono gli arrestati. due turchi e due pachistani, uno dei quali minore. Per quest'ultimo, l'incidente probatorio si sta svolgendo al Tribunale dei minorenni di Catanzaro
L'uomo, già noto alle forze dell’ordine, avrebbe attirato la vittima fuori dalla propria abitazione, incendiandogli le due auto, per poi, dopo una breve conversazione, sparargli tre colpi di pistola
Inutili i soccorsi, i quali hanno tentato - invano - di rianimare l'uomo. Per lui non c'è stato nulla da fare
A lanciare l'allarme è stata una donna, la quale aveva segnalato al 113 di essere stata minacciata con una pistola da un suo vicino di casa
Il meccanismo utilizzava società cooperative che, dopo appena pochi anni di attività, erano svuotate e abbandonate all'insolvenza
Si è svolta sabato l’assemblea provinciale dei soci Avis. Approvati anche i delegati all’assemblea regionale (Filadelfia, Pizzo, Serra e Mileto) e nazionale (Tropea)
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved