Rissa, sassi e petardi nel derby Catanzaro-Crotone. Inchiesta della Procura al capolinea: 10 indagati (NOMI)

Nove tifosi della squadra rossoblù colpiti da divieto di scavalcamento, nei confronti di due indagati si ipotizza anche la rissa

Sassi, petardi lanciati all’interno dello stadio Ceravolo in occasione del derby Catanzaro-Crotone, partita di serie C disputata il 6 novembre 2022, teatro di tafferugli tra i tifosi della squadra rossoblù, che ha perso contro i giallorossi per 2-0. Scontri nel settore ospiti della Curva Est, che hanno fatto temere il peggio, steward strattonati e colpiti alla nuca, un pessimo esempio di una gara sportiva, che ha portato il sostituto procuratore Irene Crea a chiudere il cerchio nei confronti di 10 indagati, nove dei quali raggiunti da Daspo.

Con le accuse a vario titolo di divieto di scavalcamento e rissa sono finiti sotto inchiesta Luigi Scerra, 35 anni; Domenico Parise,43 anni; Raffaele Nebbioso, 41 anni; Alessandro Oreste, 37 anni; Roberto Modera, 72 anni; Carmine Maurizio Mollura, 38 anni; Simone Romano, 26 anni; Carmelo Gullà, 52 anni; Adolfo Emanuele Stigliano, 21 anni e Giovanni Daniele, 38 anni, tutti di Crotone.

Le singole ipotesi di accusa

Secondo le ipotesi di accusa, Scerra, Parise, Nebbioso, Madera, Oreste, Mollura e Daniele, si sarebbero introdotti  all’interno dello Stadio scavalcando i tornelli posti all’ingresso della Curva Est, aprendo una porta antipanico ubicata in zona per consentire l’accesso abusivo ad altri supporters, mentre Daniele avrebbe strattonato uno steward preposto al pre-filtraggio e Scerra avrebbe colpito alla nuca con uno schiaffo un altro steward intervenuto a soccorrere il collega per cercare di chiudere la porta antipanico precedentemente forzata.

Romano e Stigliano, in concorso con altre persone allo stato ignote, in occasione dell’incontro calcistico all’interno degli spalti del settore ospiti della Curva Est avrebbero partecipavano a una rissa, il primo avrebbe lanciato anche dei sassi e Carmelo Gullà un petardo, creando un serio e concreto pericolo per le persone presenti. Nell’avviso di conclusione delle indagini emerge che Serra, Parise, Nebbioso, Madera, Oreste, Mollura, Daniele, Romano e Gullà sono stati raggiunti dal divieto di accesso nel luogo dove si svolgono manifestazioni sportive. Gli indagati, tutti difesi di ufficio dall’avvocato Vincenzo Ranieri, avranno venti giorni di tempo per chiedere di essere sentiti dal pubblico ministero, rilasciare dichiarazioni spontanee, depositare memorie difensive e compiere ogni altro atto utile per l’esercizio del diritto di difesa prima che il magistrato titolare del fascicolo proceda oltre con una richiesta di rinvio a giudizio  

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved