Calabria7

Ristoratore “abbandonato dallo Stato” tenta il suicidio: “Non ha più senso riaprire”

“Ho pensato di togliermi la vita, che vivo a fare così, a queste condizioni. Non ho più speranze”. È il grido di disperazione di un ristoratore italiano che, come tanti altri in questo periodo, sta combattendo due guerre difficilissime. Da una parte la pandemia, dall’altra una crisi economica senza precedenti. “Mi sento un uomo perso”, dice in un’intervista rilasciata a Il Quotidiano Italiano e la cola è di uno “Stato che ci ha bruciato”. È arrivato al punto di pensare a un gesto estremo pur di farla finita. Di smettere di vivere costantemente tra paura e angoscia. “Se mio nipote fosse arrivato un secondo più tardi – racconta – mi sarei ammazzato. Sono stato sempre un combattente. Ho lavorato per quasi 50 anni e ora mi ritrovo pieno di debiti. Sono due anni che non riesco ad andare avanti, continuano ad arrivare bollette. Mi sento malissimo anche per la mia famiglia”. Si sente solo, abbandonato da chi dovrebbe garantirgli una vita serena dopo anni e anni di lavoro. Ma alle entrate azzerate non si sono mai contrapposti, come dovrebbe essere, aiuti da parte dello Stato. Se non minimi rispetto alle reali esigenze della sua attività. “Dormo qui – dice -per fare il guardiano al mio ristorante, non posso pagare nessuno. Qui vivo al freddo senza luce e gas. Mi sento soffocare. Chiedo allo Stato di aiutarmi nel vero senso della parola”. E conclude: “Sono chiuso dal primo novembre, non ha senso riaprire. Ho pensato anche di vendere il locale, ma non c’è nessuno disposto a comprare. Mi sono rivolto anche agli usurai, non mi vergogno a dirlo, ma per fortuna sono uscito. Questa non è vita”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Usava medicinali scaduti in ambulatorio, una denuncia nel Catanzarese

Andrea Marino

Modernizzazione delle aziende agricole, la Regione: “Disponibili 2 milioni di euro”

Mimmo Famularo

Tentata estorsione aggravata, calabresi in manette a Torino

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content