Ritorna la Fiera di San Lorenzo nel quartiere Mater Domini di Catanzaro, ecco la nuova formula

La scelta si è resa necessaria alla luce di quanto condiviso nel corso dell’attività di ascolto che l’assessore ha avviato con gli operatori
Arci e agesci pontepiccolo e gagliano

Dopo due anni di fermo a causa del Covid, è tornata nel quartiere Mater Domini di Catanzaro la storica Fiera di San Lorenzo. Ne dà notizia l’assessore alle attività produttive del capoluogo, Antonio Borelli. Si è ripartiti con una formula “light” cioè per soli tre giorni, da oggi – lunedì 8 agosto – fino al 10. Due giorni in meno, dunque, rispetto ai cinque consueti. La scelta si è resa necessaria alla luce di quanto condiviso nel corso dell’attività di ascolto che l’assessore ha avviato con gli operatori e poi deciso nell’incontro svoltosi lo scorso 1 Agosto con le sigle di rappresentanza degli operatori (Confesercenti, Confcommercio, Ascom, Ana, Cicas e Ursec). Il nuovo picco di contagi da Covid 19  e la bassa affluenza di richieste  hanno obbligato ad una scelta che permettesse comunque di non perdere parte del patrimonio storico e culturale della città.

“L’incontro, al pari di altri che si sono già tenuti con altre categorie del comparto, aveva lo scopo di esaminare la generalità dei temi che coinvolgono gli ambulanti nello svolgimento dell’attività – spiega l’assessore – ma la fiera di San Lorenzo, visto il periodo, è stata oggetto di un focus dedicato. Si è deciso di tornare ad allestirla ma con l’impegno di avviare al contempo un percorso di rimodulazione, che nel 2023 porti a un’edizione pienamente valorizzata sul piano partecipativo ed organizzativo con la ripresa di quella tradizione che vale  500 anni di storia”.

“L’incontro, al pari di altri che si sono già tenuti con altre categorie del comparto, aveva lo scopo di esaminare la generalità dei temi che coinvolgono gli ambulanti nello svolgimento dell’attività – spiega l’assessore – ma la fiera di San Lorenzo, visto il periodo, è stata oggetto di un focus dedicato. Si è deciso di tornare ad allestirla ma con l’impegno di avviare al contempo un percorso di rimodulazione, che nel 2023 porti a un’edizione pienamente valorizzata sul piano partecipativo ed organizzativo con la ripresa di quella tradizione che vale  500 anni di storia”.

È bene ricordare, infatti, che la fiera nasce nella metà del 1500 e si teneva nel mese di agosto in concomitanza all’altra importante fiera di Santa Chiara con vocazione prettamente tessile che poi purtroppo nel tempo è stata dismessa forse, secondo gli storici, proprio a causa di uno stop per una pandemia. Al fine di difendere questo patrimonio è stato avviato un tavolo con gli operatori artigiani, con le associazioni di cultori di storia locale e con le associazioni operanti sul territorio al fine di ridisegnare la fiera con l’obiettivo di aumentarne l’attrattiva inserendola nel prodotto turistico della città capoluogo.

Intanto, l’edizione 2022 registra una quarantina di operatori presenti, appartenenti a diverse categorie merceologiche. L’assessore Borelli ha voluto rivolgere un particolare ringraziamento a tutti i dipendenti del settore Attività Produttive ed al Dirigente Dott. Antonino Ferraiolo, che hanno saputo in tempi strettissimi coadiuvare l’amministrazione nella scelta di far tornare a vivere la fiera, a tutti gli operatori impegnati ed al consigliere comunale Giovanni Costa che ha collaborato per tale risultato.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'uomo è stato trovato in possesso anche di un fucile, un'altra pistola, munizioni e droghe di vario tipo
Ritorna la stagione con “Dui Cambari e Serbizzi… e U Nunnu ‘Mparaventu”, dopo il successo di “Napoli Milionaria!”
Saranno aggiunti agli 11 già presenti nella Provincia. Procede il reclutamento dei medici italiani con i colloqui per le assegnazioni
La sorella del ragazzo è gravissima in ospedale. Il conducente è stato fermato e alla polizia ha detto di non essersi accorto di nulla
L’ultimo concorso ha distribuito premi per oltre 22,6 milioni di euro in tutta Italia, per un totale di oltre 600 milioni da inizio anno
Per Palma le principali criticità sono nella sanità e nella gestione dei fondi del Pnrr, dovuto alla complessità delle norme
Il numero telefonico antiviolenza e stalking è gratuito, attivo 24 ore su 24 e accessibile sia da rete fissa sia mobile
Il ministro dell’interno è giunto a Crotone senza alcun preavviso per portare dei fiori sulla tomba di Alì, il neonato morto nel naufragio
Una mostra, che sarà inaugurata domani, parte dai momenti drammatici del naufragio e descrive quanto accaduto successivamente
Il ministro ha evitato di incontrare i giornalisti a Crotone per l'anniversario del naufragio. Della visita si è saputo solo dopo la conclusione
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved