Calabria7

“Roger Waters cittadino onorario di Cariati”. Ma sull’ospedale “aspettiamo i fatti”

Dopo le dichiarazioni di Roberto Occhiuto (LEGGI QUI), seguite al sorprendente appello di Roger Waters, l’associazione “Le Lampare” e i “Comitati di Lotta per la Sanità Pubblica e la riapertura dell’ospedale di Cariati” salutano positivamente le affermazioni del presidente della Regione e commissario alla Sanità, ma affermano: “Ora attendiamo i fatti, che sono le risposte alle urgenti necessità di questo territorio e dei suoi cittadini sfiduciati da 11 anni di ‘delitti sanitari’ verso le nostre comunità. Occorre ripartire dall’emergenza-urgenza, con pronto soccorso e servizi annessi (quanto vale l’‘ora d’oro’…), per evitare che si aggiungano altre morti a quelle che ci sono state e pesano sulle coscienze di chi doveva garantire il diritto alla vita”.

L’appello a Occhiuto

Secondo gli attivisti insomma “occorre rispondere all’emergenza epidemiologica che non è e non sarà un incidente o solo un episodio” e. “occorre garantire il diritto alla sanità pubblica a circa centomila abitanti del territorio”. Per fare questo, dunque, è necessario “che l’ospedale pubblico ‘Vittorio Cosentino’ rientri all’interno della rete regionale per acuti” e nella fase in cui Occhiuto sta riorganizzando l’offerta sanitaria regionale “tutto questo può e deve concretizzarsi”. La lotta dei cittadini di Cariati non si ferma e i comitati chiedono un incontro a Occhiuto “perché ne comprenda a fondo le ragioni”, invitandolo a visitare il “Vittorio Cosentino” per prendere atto del suo ottimo stato strutturale.

Cittadinanza a Waters e una via per Gino Strada

Non manca anche la riconoscenza a chi, come il fondatore dei Pink Floyd, sta sposando la battaglia: “Con l’appello del mitico protagonista della musica mondiale, si è aperta un’occasione straordinaria, non lasciamola cadere! Proprio per questo generoso attestato di sensibilità e attenzione alla nostra causa più urgente e importante, chiediamo all’amministrazione comunale – è l’appello degli attivisti – di iniziare l’iter istituzionale per concedere la cittadinanza onoraria al grande Roger Waters. Magari potrebbe trovare un po’ del suo prezioso tempo per venire a Cariati e ricevere il riconoscimento amministrativo e di tutte le comunità del nostro territorio”. L’altra richiesta è di intitolare una via al fondatore di Emergency Gino Strada “che avrebbe voluto rendere Cariati e il nostro ospedale ‘il posto giusto da cui ripartire’ e, proprio con Emergency continua a sostenere la nostra lotta”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Oggi giornata mondiale sull’Alzheimer, ma in Calabria c’è poco festeggiare

Damiana Riverso

Regionali, R. Occhiuto: “Veto contro mio fratello ferita profonda”

Mirko

Laurea magistrale “honoris causa” in Medicina e Chirurgia a Monsignor Francesco Savino

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content